Fanizza (Si): «Condividiamo un dirigente, ma Nardò ci corrisponde il 50 per cento?»

luigi fanizza new 1
Il consigliere comunale Luigi Fanizza

Il consigliere comunale di Francavilla Fontana Luigi Fanizza, in quota Sinistra italiana, ha protocollato questa mattina un’interrogazione consiliare, con richiesta di risposta scritta, per sapere se il Comune di Nardò abbia corrisposto al Comune della Città degli imperiali il 50 per cento rispetto a quanto percepito nel 2016 dal dirigente “condiviso” Gabriele Falco (Servizi finanziari, Personale, vice segretario generale). La convenzione tra Francavilla Fontana e Nardò per l’impiego a metà di Falco è stato di recente (29 agosto) rinnovata e Fanizza si chiede e chiede se ciò sia in linea con le esigenze dell’ente francavillese e con la linea enunciata dall’Amministrazione.

In particolare, nelle premesse, Fanizza ricorda come il 9 giugno 2017, già il suo collega consigliere Euprepio Curto avesse presentato un’interrogazione per sapere se Nardò avesse, fino ad allora, versato a Francavilla Fontana parte dello stipendio mensile di Falco (circa 4mila euro, sostiene Fanizza).

Inoltre, Fanizza scrive: è “alquanto difficile comprendere in base a quale convenienza e/o utilità il Comune di Francavilla Fontana abbia addirittura concesso per anni due e/o uno la mobilità a far data dalla sottoscrizione dell’atto di convenzione con il Comune di Nardò, stante la complessità delle attribuzioni in capo al predetto dirigente”. Su 36 ore settimanali, infatti, Falco ne deve trascorrere 18 a Francavilla Fontana e altrettante a Nardò per sovrintendere a settori non proprio, per così dire, leggeri.

Fanizza evidenza poi come Falco abbia firmato, nella sua qualità di vice segretario, la delibera con la quale la Giunta estende la convenzione che lo riguarda e come quella stessa deliberazione sia – sempre a suo dire – in contrasto con una circolare del 19 giugno scorso, a firma congiunta del sindaco e del segretario generale Antonio Bianchi, con cui si sosteneva che: “Questa Amministrazione non procederà al rilascio del parere favorevole per la stipula di convenzioni (…) né tanto meno al rinnovo delle convenzioni fino ad oggi attivate».

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter