Non ce l’ha fatta il cagnolino che era stato abbandonato tra i rifiuti

cagnolino abbandonato spazzatura

Non ce l’ha fatta, purtroppo, il cagnolino che ieri mattina era stato soccorso dai volontari dell’associazione “Amici del cuore a 4 zampe Onlus”, su segnalazione di una residente, tra le campagne di Oria in contrada Gallana. Si è spento nella notte, ma almeno non è morto tra i rifiuti, dov’era stato abbandonato da qualche persona, se così la si può definire, con nessuno scrupolo. Sembra che qualcuno, in precedenza, gli avesse stretto anche una sorta di cappio intorno al collo nel tentativo di soffocarlo. Se può essere magramente consolatorio, ma non lo è, pare che a causarne il decesso siano state diverse masse tumorali all’interno del suo corpicino, e non quindi direttamente quella barbarie inumana cui era stato sottoposto. Non è escluso che i suoi vecchi proprietari, saputo della malattia e non non intenzionati a farsi carico degli elevati costi per curarlo, abbiano tentato di sopprimerlo per poi gettarlo nella spazzatura come un qualsiasi scarto domestico. Ad ogni modo, nonostante la sua sorte fosse probabilmente segnata lo stesso, le sue ultime ore non avrebbe dovuto viverle così, ma magari circondato dall’affetto che, seppure per poco tempo, i volontari e il veterinario in extremis gli hanno saputo donare.

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter