Nuovo record d’iscrizioni alla Scuola musicale, sarà ancora necessaria una selezione

scuola musicale francavilla

Il direttore della Scuola musicale comunale Antonio Curto
Il direttore della Scuola musicale comunale Antonio Curto

Non accenna al minimo calo la Scuola musicale comunale “Città di Francavilla Fontana”, anzi, a quasi 14 anni dall’istituzione, avvenuta il 10 ottobre 2003, continua senza interruzione la crescita dell’istituto francavillese, riconosciuto da tutti come una vera e propria eccellenza francavillese in grado di recare lustro e decoro all’Amministrazione comunale ed all’intera città, come accaduto nei tanti appuntamenti artistici tenuti su esclusivo invito di importanti istituzioni dello Stato operanti nella provincia di Brindisi.
Alla data del 25 settembre, termine ultimo per la presentazione di nuove domande di iscrizione, sono giunte ben 133 istanze, superando il traguardo di 131 domande dello scorso anno che rappresentava già il miglior risultato di sempre.
Altro dato interessante da sottolineare è la modalità di presentazione delle nuove domande che sono pervenute tutte esclusivamente in modalità online, con un immaginabile risparmio di carta, tempo e disagio per gli utenti.
Ovviamente ai 133 nuovi aspiranti allievi sono da aggiungere gli allievi che hanno frequentato lo scorso anno scolastico, per numeri da capogiro.
Poichè la Scuola Musicale Comunale non potrà accogliere tutte le richieste, si dovrà procedere con specifici test di ammissione per la formazione di apposite graduatorie per l’ammissione ai corsi della scuola, come stabilito dall’articolo 18 del Regolamento comunale per la definizione della struttura organizzativa, per la disciplina delle attività e per il funzionamento della Scuola musicale. E pensare che l’Amministrazione comunale della Città degli Imperiali, nel gennaio del 2015, aveva predisposto, con tanto di evento inaugurale, l’apertura di un secondo plesso scolastico, oggi anche questo completamente saturo.
La Scuola musicale è ormai un solido punto di riferimento per le province di Brindisi e Taranto, ancor più da quando è divenuta nel 2014 sede di formazione preaccademica convenzionata con il Conservatorio statale “Nino Rota” di Monopoli.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter