Sarà Zecchino il nuovo segretario del circolo Pd di Francavilla: «Rilanciare l’azione amministrativa»

Maurizio Bruno e Fabio Zecchino
Maurizio Bruno e Fabio Zecchino

Non ci saranno duelli: è Fabio Zecchino, consigliere comunale vice capogruppo con delega all’Ambito sociale, il candidato unico e unitario alla segreteria del circolo del Partito democratico di Francavilla Fontana. Il prossimo 22 ottobre succederà al segretario storico Marcello Cafueri, capogruppo dem in Consiglio comunale, che da tempo aveva espresso la volontà di farsi da parte per dedicarsi maggiormente alle sue attività consiliare e professionale.

«Devo ringraziare coloro che in questi giorni con senso di responsabilità e con grande spirito di appartenenza al partito – dichiara il segretario in pectore – hanno rinunciato alle loro legittime aspirazioni per convergere sulla mia candidatura. A queste persone di buona volontà va il mio ringraziamento. Ci apprestiamo a vivere un congresso importante per la nostra città e per il nostro territorio. Il Partito Democratico a Francavilla Fontana è la principale forza di governo, l’occasione del congresso sarà preziosa per rilanciare il partito e l’azione amministrativa a Palazzo Imperiali».

In precedenza, il sindaco Maurizio Bruno aveva scritto sul suo profilo facebook:

«Ci apprestiamo a rinnovare le cariche elettive nel Partito Democratico. Nella mia Francavilla Fontana la volontà di camminare nella stessa direzione, l’amicizia che ci lega tutti e gli obbiettivi comuni, hanno fatto sì che non ci fosse bisogno di alcuna competizione interna. L’avvocato e consigliere comunale Fabio Zecchino sarà il candidato unitario e il segretario di tutti, non potevamo fare scelta miglior e e più autorevole, e gli auguro un immenso in bocca al lupo. A livello provinciale non siamo riusciti purtroppo a fare altrettanto, a individuare una figura unitaria, ma in questo non c’è niente di male. Anzi, sarà bello confrontarsi sulle idee e i programmi, coinvolgere militanti e non, discutere, scendere tra la gente, confrontarci. Monopoli, come è noto, è sostenuto dai sindaci del territorio, da me, dal consigliere regionale Amati, da militanti insomma che vivono quotidianamente le difficoltà della gente, che si scontrano quotidianamente col volto dei problemi, guardandoli in faccia, e sfidandoli. E io sono tra loro, io sto con Mario Monopoli. Rosetta Fusco ha dalla sua una lunga esperienza e il sostegno di autorevolissimi parlamentari. Sarà insomma, una bella e genuina sfida. A chi vuole buttarla sua una guerra tra vecchio e nuovo dico no: confrontiamoci, anche aspramente se necessario, ma il giorno dopo, chiunque vinca, si torni a essere un grande e unitario partito. Le politiche si avvicinano, e chiunque sarà il candidato al Parlamento avrà bisogno del sostegno di tutti. L’Italia ha bisogno del sostegno di tutti. Mai come oggi potrebbe cadere nelle mani delle destre più violente o degli improvvisati della politica più populisti. L’Italia ha bisogno del PD, e il PD siamo noi, la più grande forza responsabile del Paese siamo noi. E dovremo esserci: uniti, e combattivi».

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter