Direzione Italia: «Lo stadio è al sicuro, per noi Bruno può quindi finalmente andare a casa»

lippolis
Romeo Lippolis, coordinatore cittadini Direzione Italia

Noi di Direzione Italia, avendo previsto tuoni e fulmini, possiamo affermare che l’amministrazione Bruno non sia stata colpita da un fulmine a ciel sereno. Nel scorso mese di marzo, con senso di responsabilità e senza mai sottoscrivere alcuna apertura di credito, abbiamo votato favorevolmente il bilancio di previsione 2017, convinti che saremmo giunti alla fine prematura dell’esperienza amministrativa Bruno centrando quello che era il nostro obiettivo: i lavori di adeguamento dello stadio Giovanni Paolo II, come segnale di stima e rispetto verso l’imprenditore e presidente della Virtus Francavilla calcio, Antonio Magrì, oltre che verso tifosi e sportivi.

Sono state le dichiarazioni rese pubblicamente dallo stesso sindaco il 10 ottobre scorso, alla presenza del presidente Magrì, con alle spalle la gigantografia del progetto esecutivo dei lavori, che annunciavano la fine dell’iter di sua competenza, cioè l’utilizzo di 1.000.000 di euro proveniente dall’avanzo delle precedenti amministrazioni e tanta perdita di tempo, demandando ad altri organi il completamento dell’iter così come previsto per legge, a far maturare la nostra disponibilità, immediata ed incondizionata, a formalizzare qualsiasi atto che l’intera opposizione vorrà adottare per procedere allo scioglimento anticipato del Consiglio comunale.

Romeo Lippolis vice coordinatore provinciale e coordinatore cittadino di Direzione Italia

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter