L’ex latitante resta in carcere, torna a casa il suo presunto favoreggiatore

udienza sentenza giudice avvocato

Sono stati convalidati ieri mattina dal Gip del Tribunale di Brindisi Stefania De Angelis gli arresti del 48enne Giancarlo Matichecchia, residente a Villa Castelli, e del 34enne Valentino Emanuele Fazzi, di Erchie, che nella serata del 14 novembre scorso erano stati sorpresi insieme in auto, a Erchie, dai carabinieri del Reparto operativo speciale. Matichecchia era sfuggito alla cattura lo scorso 7 settembre, quando i militari dell’Arma non erano riusciti a eseguire un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa anche a suo carico dal Gip del Tribunale su richiesta della Direzione distrettuale antimafia di Lecce, per associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e detenzione illegale di armi.

L'avvocato Francesco Mancini
L’avvocato Francesco Mancini

Il giudice ha disposto che per Matichecchia prosegua la custodia cautelare nel penitenziario del capoluogo, mentre a Fazzi sono stati concessi i domiciliari. L’ercolano – difeso dagli avvocati Francesco Mancini e Alfredo Russo – ha risposto alle domande del magistrato cui ha cercato di spiegare la reale natura dei suoi rapporti con lo stesso Matichecchia. L’accusa nei confronti di Fazzi è di favoreggiamento personale (in favore di Matichecchia), un reato che però il diretto interessato e i suoi legali contestano in toto.

 

 

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter