Tari, il Mab: «Delibera del Consiglio inutile, solo spot propagandistico. Uso improprio delle istituzioni»

tari

Si riceve e pubblica questa nota inviata dal coordinatore del Mab agli organi d’informazione e al prefetto di Brindisi:

Antonio De Franco
Antonio De Franco

Il Comitato Comunale M.A.B. di Francavilla Fontana, preso atto che l’altro ieri sera il Consiglio Comunale ha approvato, senza alcun voto contrario, ma con l’astensione delle opposizioni, la Delibera con cui si approva il Piano Finanziario TARI 2018,

PALESATO E RILEVATO

Che tale delibera non è un atto dovuto o tecnico bensì assolutamente ultroneo e pleonastico essendo richiesta dalla legge l’approvazione da parte della Giunta Municipale, cosa peraltro già avvenuta.

Che non è iscrivibile nel novero di un atto di indirizzo politico poiché con tale delibera si è voluto assicurare l’opinione pubblica su di un FATTO CHE NON ESISTE, ovvero la riduzione della Tassa sulla spazzatura relativa all’anno 2018. Cosa che potrà essere vera e reale solo quando si approveranno le tariffe per quell’anno: tariffe che ieri NON ERANO OGGETTO DI APPROVAZIONE. Pertanto, tutt’altro che di un atto di indirizzo politico si tratta di un atto deliberativo dal valore squisitamente populista, col quale si è inteso ingraziarsi la cittadinanza creando una aspettativa che, allo stato dei fatti, è inesistente.

Che nel procedimento amministrativo inerente detta delibera non è dato rilevare alcun parere che ne fermasse l’iter, né da parte del dirigente del settore finanziario, né da parte del segretario generale dott. Bianchi mentre nulla ha potuto la presidenza del Consiglio Comunale che non può rifiutare l’iscrizione all’o.d.g. di un punto proposto dalla Giunta.

STIGMATIZZA E DENUNCIA

L’uso assolutamente improprio che si fa della massima assise municipale, come fosse un Carosello in cui reclamizzare delle mere buone intenzioni degli amministratori. Tanto su una questione delicata quale le tasse per cui si suscita una aspettativa con un effetto boomerang non indifferente se, poi, dette aspettative non si concretizzassero.

Una macchina amministrativa non all’altezza del suo compito organizzativo e dei suoi doveri istituzionali, se – come accaduto con siffatta delibera – è appiattita su di una logica politica conflittuale in danno della funzione tecnica propria dei dirigenti e funzionari e in danno del rispetto delle regole le quali sole, garantiscono la tutela dei diritti dei cittadini amministrati.

L’attuale clima pericolosamente demagogico in cui mentre i cittadini sono chiamati a sostenere il gravoso onere della TARI 2017, si pretende di indorare la pillola con l’aspettativa di una riduzione 2018, allo stato, inesistente.

FA VOTI

Ai Partiti Politici, ai Consiglieri Comunali tutti – non solo di opposizione ma anche di maggioranza – ed al Signor Prefetto affinché si ristabilisca il rispetto delle istituzioni e, con esso, il rispetto dei cittadini che, essendo coloro che le tasse le devono pagare, non è giusto che siano presi anche in giro censurando l’uso strumentale della funzione deliberante.

Comitato Comunale M.A.B. – Nuova Cittadinanza
Il coordinatore, Antonio de Franco

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter