Giochi informatici “Bebras”, trionfa la “San Francesco”: primo posto nazionale

san francesco giochi matematici bebras

Primi su 3.754 squadre. La scuola secondaria di I grado “San Francesco d’Assisi” di Francavilla Fontana si è sempre distinta e caratterizzata per l’innovazione scientifica e tecnologica ed i risultati non mancano di certo. L’anno scorso due allievi dell’Istituto sono arrivati alle Finali Nazionali dei Giochi Matematici dell’Università Bocconi, svoltisi a Milano, e quest’anno sono stati coinvolti anche gli allievi della primaria. Altro fiore all’occhiello della scuola è l’innovazione tecnologica che non si applica solo alle materie scientifiche, ma anche a quelle umanistiche.

Il 2 dicembre 2017, infatti, la scuola, con due sue classi (II C e III C) è stata selezionata e ha partecipato al 23º convegno “Tablet School” dell’Associazione nazionale Impara Digitale che ha fatto tappa a Bari. Anche in questo caso l’Istituto si è distinto per la qualità dei lavori presentati che comprendevano eBook multimediali, Flipped Classroom (Classe Capovolta), Augmented Reality (Realtà Aumentata), Virtual Reality (Realtà Virtuale), Poesie multimediali, Cartoons animati applicati a discipline quali: Storia, Letteratura, Geografia, Lingua Francese, ma anche racconti di viaggio e diari di bordo multimediali.

Ultimo grande risultato, giunto in ordine di tempo, è il primo posto nazionale ai Giochi Informatici “Bebras” da parte degli allievi della classe II D, giochi che si sono svolti nel mese di novembre sotto l’egida del Dipartimento di Informatica dell’Università Statale di Milano. La squadra vincitrice ha superato ben 3.754 squadre partecipanti da tutta l’Italia.

L’Istituto, come da sua tradizione, si conferma essere sempre all’avanguardia in termini di innovazione didattica, grazie a docenti altamente qualificati e aggiornati che ben sanno potenziare allievi caratterizzati da intelligenza viva e dalla voglia di raggiungere sempre nuovi traguardi. Una bella realtà del nostro territorio e soprattutto della nostra città che sale agli onori della cronaca orgogliosamente grazie al lavoro dei suoi “figli” più giovani.

 

 

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter