Nasce il movimento “La città futura”: «Restituire diritti e spazi negati al di là delle differenze»

protesta tari piazza umberto I comitato 5

La città futura è un progetto nato da partiti, associazioni e singoli cittadini che hanno condotto e condiviso in questi anni numerose iniziative e che si propongono di costruire una Francavilla aperta, accogliente ed attenta alle esigenze di tutti – a partire dai più deboli, i non rappresentati e gli emarginati – attraverso la creazione di una casa comune per coloro che credono nei valori scolpiti nella Costituzione. Il nostro impegno è diretto a realizzare una città che abbia cura dell’ambiente e non dimentichi lo sviluppo economico, nella quale tutti debbano sentirsi protagonisti e artefici del cambiamento. Una città che dovrà restituire ai cittadini quegli spazi troppo spesso negati, una città senza barriere culturali o fisiche, che faccia della diversità la propria forza e che rispetti le regole per il bene della collettività. La città futura è un cantiere in formazione pronto a raccogliere ed accogliere il contributo di quanti vorranno farne parte, con l’obiettivo di proseguire un percorso propositivo per Francavilla oltre le elezioni amministrative.

Silvana Ammaturo – Carlo Angelotti – Fabio Angelotti Maria Angelotti  Raffaele Attanasi – Vincenzo Cavallo Giuseppe Ciracì Cosimo D’Alema Savino D’Andrea Antonello Denuzzo – Eugenio De Simone Francesca Distante Michele Lerna  Dino LigorioDomenico Magliola – Annamaria Milone Emanuele Modugno Giuseppina MontanaroFabio Montefiore – Leonardo Nannavecchia Giusy Nigro -Anna Padula – Mario Paiano Claudio Passaro – Maria PassaroMaria Rosaria Passaro Ettore Piro Giancarlo Ranieri Daniela RizzoMadia Semeraro – Alessandro Serra Franco Solazzo Annamaria Sternativo Mimmo Tardio  Sergio Tatarano – Giovanna Tomaselli  Mario Vecchio 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter