Un’esaltante vittoria di misura e in rimonta per il basket Francavilla a Castellaneta

basket francavilla castellaneta 1

basket francavilla castellaneta 2Di quelle vittorie che lasciano il segno, che no, non sono brividi di freddo, o almeno non sono solo quelli, a far venire la pelle d’oca.
Emozioni.

Per finire l’anno in bellezza, per iniziare con il piede giusto il girone di ritorno, per mettere a segno un’impresa, per dimostrare a tutti, ancora una volta, che l’unica squadra d’Italia dalla C in su, con soli ragazzi della provincia di Brindisi, sul parquet rispetta, ma non teme nessun avversario.

L’inizio del match è molto equilibrato, coach Vozza parte con Di Punzio a puntellare il regista di casa Buono. Nei primi minuti la partita è riassumibile in Francavilla – Fontaine, praticamente un accento di francese alla nostra città.
Lo svedese firma il 7-4 subito tamponato dalla tripla di Angelini.

Il Villa acquisisce sicurezza e produce un break sul 10-16 trascinato da Menzione, Musci e Lillo. Ad un tratto però, come ai campioni Nba in Space Jam a cui viene tolto il talento, i biancoazzurri non riescono più a fare le cose semplici, tipo passare la palla, palleggiare, figurarsi a tirare. Fontaine ci schiaccia in testa in contropiede ed è 18-16.

Sakalas flirta con la retina con la sua mano delicata, e a cavallo tra primo e secondo quarto è 22-18. Momenti un po’ concitati, tanti errori e Palatifo che diventa infuocato. Fede e Calò riagganciano il parziale, ma sull’asse europeo Fontaine – Sakalas i locali allungano 28-22.

Bello questo cacciabombardiere, come si chiama? Moliterni. Sì, bravo, davvero bravo. Vogliamo stare a guardarlo mentre ci rade al suolo o vogliamo reagire ?
Ne mette tre in pochi minuti ed in collaborazione con Buono e Patella ci ritroviamo sotto 44-32 alla pausa lunga.

Mentre rientriamo negli spogliatoi educatamente salutiamo qualche pinguino.
Al rientro tocchiamo il fondo sul più 14 Castellaneta ma torniamo subito a galla per prendere aria grazie a Musci e Angelini. 50-43.
Buono sale di giri, i locali pressano e in poco tempo ci ritroviamo con Fede a terra dolorante, sotto 59-45.
“A fine ro juorn sta tutt ca”

Lillo tampona ma il quarto finisce 61-49. Rimbocchiamoci le maniche e iniziamo l’ultimo quarto da operai. Danilo, Musci e Menzione da 3. 61-56, siamo di nuovo in partita !
Coach Leale pensa di sostituire Sakalas, ma in questi casi Sakalas ma non sai quello che trovi.

La pressione locale fa perdere due palle sanguinose al Villa e ci ritroviamo di nuovo a meno 9.
Musci servito al bacio da Angelini 67-60.
Castellaneta trova due canestri misericordiosi allo scadere dei 24″ con Buono e con Patella passiamo direttamente alla brace. 71-61. A 3′ dalla fine.

Alunni tutti in piedi entra il professore. Lillo Leo. 5 punti di fila, e con capitan Carlo a 2′ dal termine è 73- 68.
I biancorossi cominciano ad avere paura, la difesa del Villa comincia a far paura. Una saracinesca abbassata con scritto, torniamo dopo le ferie.

Lillo. Boooomba. Sensual. 73-71. A 1’20”.
Maron che bell é stu cànestro.
I locali sbagliano al tiro, Lillo rimbalzo, fallo subito e 2/2. Ad 1 minuto dal termine siamo pari. PARI. 73-73.
Sakalas ha nelle mani la tripla per mandarci a casa ma la sbaglia con 25″ da giocare.

Danilo ubriaca la difesa avversaria con una finta, si ritrova solo e viene servito per l’appoggio al tabellone. 73-75 a 13″. Il sorpasso. Non ci si crede.
Moliterni ha la palla del pareggio 5″ prima della sirena, ma Lillo Leo stoppa. Don’t stopp me now, Lillo !

Calò subisce fallo, fa 2/2 e mette il fiocchettino sul pacco di Natale per i tifosi del Villa. 73-77.
Negli spiccioli finali Resta mette la tripla che aumenta i rimpianti locali.
76-77 segna il tabellone quando tutta la panchina biancoazzurra è in campo ad abbracciarsi e gioire. Della neve, diciamo così, cade dagli spalti sui nostri ragazzi, rendendo il tutto molto natalizio.

Difficilissima sulla carta, incredibile per come è arrivata, una vittoria pazzesca a coronamento di un percorso a dir poco stupefacente fatto dai biancoazzurri fino ad adesso.
Non mollando mai, uno slogan cucito intorno al cuore.

Valentino Castellaneta – Soavegel Basket Francavilla 76 – 77
[ 20-18, 24-14, 17-17, 15-28 ]

Castellaneta: Moliterni 17, Scarati, Gaudiano, Cassano 2, Fontaine 21, Resta 5, Petrosino, Sakalas 6, Carucci, Pancallo 1, Patella 4, Buono 20.
Coach Leale

Francavilla: Meo, D’Amone, Di Punzio, Musci 13, Cannalire, Menzione 19, Leo 20, Calò 6, Angelini 10, Iaia, Eletto, Mazzarese D. 9.
Coach Vozza

Ufficio Stampa
Basket Francavilla 1963

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter