Trafficavano in alcolici, sigarette e droga eludendo i controlli doganali: arrestate nove persone

comando guardia finanza brindisi
Foto: www.brindisireport.it

Trafficavano in alcolici, sigarette e droga sfruttando il porto di Brindisi. Nove persone sono finite in manette questa mattina quando i militari della guardia di finanza in forza al Comando provinciale brindisino hanno eseguito a loro carico delle ordinanze di custodia cautelare emesse dal Gip del Tribunale di Brindisi su richiesta della locale Procura della Repubblica. Gli indagati sono residenti nelle province di Brindisi, Lecce e Bari, in particolare cinque brindisini, un barese e due cittadini albanesi. Si tratta di Luciano Pagano, 43 anni; Italo e Giuseppe Lorè, di 42 e 45 anni; Luigi Spina, di 37 anni; Nicola Magli, di 36 anni, Luisa Savoia, di 48 anni (nata in provincia di Avellino ma residente a Lecce); Keliant Llaka, albanese di 27 anni; Simone Bressani, barese di 38 anni; un secondo albanese tuttora latitante . La contestazione nei confronti di Pagano, Bressani e Savoia è di frode doganale, mentre per agli altri si contesta il traffico di droga dall’Albania.

Le indagini dei finanzieri furono avviate quando, qualche mese fa, durante alcuni ordinari controlli portuali, furono scoperti dei carichi di tabacchi lavorati esteri provenienti da Olanda, Lituania e Polonia. La merce era nascosta sotto altri prodotti soltanto di copertura e corredata da documentazione d’accompagnamento poi risultata fittizia. Da allora, le fiamme gialle si sono messe sulle tracce dei presunti contrabbandieri e il 15 dicembre 2016 sono riusciti a cogliere in flagranza uno sbarco di droga a Lendinuso, con il conseguente sequestro di 480 chili di stupefacente, di un motoscafo e di un’auto.

sequestro droga finanza brindisi

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter