Tragico incidente, anche a Palagianello disperati per la perdita di Maria Fontana: «Una persona speciale»

mercato ambulanti mercanti

L’altro giorno, dopo la tragedia che ha colpito Maria Fontana Romata e la sua famiglia, è giunto in Redazione questo messaggio: «Buongiorno. Sono un giovane medico di Palagianello, il paese dove la signora Maria Fontana veniva ogni venerdì per il mercato settimanale. Mi rivolgo a voi a nome di tante altre persone di Palagianello per chiedervi, se possibile, come fare per far arrivare la nostra vicinanza alla famiglia di Maria. Magari con un telegramma, un post o un manifesto. Siamo tutte sconvolte dalla tragica notizia… ci eravamo legate a lei… e vorremmo davvero che il nostro affetto arrivasse ai suoi cari. Se potete aiutarci ve ne saremo grati».

Ovviamente, non potevamo che accogliere l’appello e, oltre al telegramma, Maria Rita Colizzi e altri clienti – ormai anche più che conoscenti, si direbbe amici – di Maria Fontana e Antonello (suo marito) hanno deciso di scrivere questo post di ricordo e cordoglio:

«Mercato settimanale del venerdì. Per me e per molte donne palagianellesi era ormai un rituale passare da Maria e Antonio… La loro non era una semplice bancarella, ma un bel “negozio ambulante”, dove poter sbirciare qualche bel vestititino e fare un bell’affare… A renderla ancora più speciale era proprio Maria. Non si poteva non passare anche solo per un saluto, uno scambio di opinioni, un abbraccio. Maria non era lì solo per “vendere” in modo distaccato… Una di noi ha detto che Maria, con il suo sorriso dolce e il suo modo di fare “leggeva un po’ nelle nostre anime”.

Cara Maria… era proprio così. Questa tragica notizia ci ha sconvolto… non ti rivedremo più al nostro incontro del venerdì, lì al tuo posto…
Speriamo però che ritroveremo Antonio, anche se ci vorrà molto tempo. Speriamo davvero di rivedere lui per poter parlare ancora di te.
Un venerdì avevo comprato dei fiori e mi dicesti che “amavi i fiori perché in inverno facevano primavera”… Io, con tutte le donne che passavano da te, vogliamo ricordarti così: con quel tuo sorriso dolce e quel tuo modo di fare che facevano di te una splendida primavera.
Ciao Maria… ci rivedremo nel venerdì dell’eternità!

Maria Rita (“la tua dottoressa” come mi chiamavi tu) e tutte le donne che a Palagianello ti hanno conosciuto o anche semplicemente incrociato il tuo sguardo. Non ti dimenticheremo!

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter