Lavoro sommerso e irregolare, i carabinieri denunciano 9 datori. Salate sanzioni pecuniarie

carabinieri nil nucleo ispettorato del lavoro

I carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro di Brindisi, a conclusione di accertamenti finalizzati a contrastare il lavoro sommerso e irregolare e a verificare il rispetto della specifica normativa, hanno denunciato a piede libero nove persone in qualità di legali rappresentanti, titolari o amministratori di aziende, ritenuti responsabili, a vario titolo, delle violazioni contemplate dal Testo Unico in materia di tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

In particolare, i carabinieri hanno:

– controllato 11 aziende, di cui 10 sono risultate irregolari;

– controllato 15 lavoratori, di cui 5 irregolari e 10 “in nero”;

– contestato violazioni penali per un importo totale di ammende di € 56.200;

– contestato violazioni amministrative per un importo totale di € 36.500;

Nel prosieguo degli approfonditi accertamenti, gli operanti hanno adottato un provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale per l’impiego di manodopera “in nero” nei confronti di una ditta operante nel settore edilizio.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter