Oria, mensa scolastica più cara: i 5 Stelle non ci stanno e chiedono lumi al commissario prefettizio

Con delibera numero 45 del 14 marzo 2017 – si legge in un volantino a firma della responsabile dei Servizi sociali e scolastici Danila Ciciriello – il commissario prefettizio di Oria, Pasqua Erminia Cicoria, ha fissato le nuove tariffe per i ticket della mensa scolastica a partire dallo scorso 3 aprile (vedi foto allegata). Il Meetup 5 Stelle di Oria ha notato un peggioramento o, meglio, dei rincari e ha scritto al Comune per chiedere lumi.

«Consideriamo il servizio mensa scolastica – dichiarano Daniela Capone e Raffaele Proto – un percorso di formazione e socializzazione per ciascun bambino, e pertanto reputiamo l’aumento del ticket la peggior forma di abuso perpetrata ai danni dei cittadini: una violazione palese del diritto allo studio e un danno inevitabile per le casse di molte famiglie che vedono raddoppiata la tariffa per garantire il pasto a scuola ai propri figli, peraltro a pochi mesi dalla fine del servizio e delle lezioni».

Di qui, dunque, la richiesta di spiegazioni allo stesso commissario prefettizio. I pentastellati chiedono anche a quale deliberazione commissariale del 14 marzo 2017 si faccia riferimento nel testo del volantino distribuito nelle scuole, giacché all’epoca Oria aveva ancora un sindaco e non un commissario. Si potrebbe comunque essere trattato di un mero errore di forma.

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter