Domani la cerimonia per ricordare il sacrificio del maresciallo Dimitri

Il maresciallo Antonio Dimitri

Domani sera (sabato 14 luglio) alle 18,30, nello spiazzo che porta il suo nome a Francavilla Fontana, avrà luogo la cerimonia di commemorazione del maresciallo ordinario, medaglia d’oro al valor militare, Antonio Dimitri. Saranno presenti il vescovo della Diocesi di Oria e le massime Autorità civili e militari della provincia di Brindisi, oltre al comandante della Legione carabinieri Puglia, generale di brigata Giovanni Cataldo. Saranno resi gli onori ai Caduti e sarà deposta una corona d’alloro con la benedizione del presule; seguirà poi la lettura della motivazione della medaglia d’oro al valor militare. Seguiranno il saluto del sindaco della Città degli Imperiali, Antonello Denuzzo, l’intervento del comandante della Legione e quello del comandante provinciale dei carabinieri, colonnello Giuseppe De Magistris.

Erano circa le tre del pomeriggio di venerdì 14 luglio 2000, quando il maresciallo Dimitri ed un suo collega, impiegati nell’ambito dell’Operazione Primavera, intervennero per bloccare i rapinatori che avevano assaltato la Banca Commerciale Italiana, all’angolo di viale Lilla e via San Francesco a Francavilla Fontana.
I banditi, armati di taglierino, dopo essersi impossessati di circa venti milioni di lire, stavano tentando la fuga con due ostaggi. In quel momento davanti alla banca giunse l’auto con a bordo i due carabinieri in borghese. Dimitri non esitò un attimo ad intervenire, ma alle sue spalle sbucarono altri complici armati con fucili a pompa e pistole, che fecero fuoco. Sette colpi ferirono a morte Dimitri, raggiunto alla nuca e alla schiena. Fu inutile ogni tentativo di soccorso del militare 33enne. Il Maresciallo Antonio Dimitri, quel giorno, immolò la sua giovane esistenza per tener fede al giuramento prestato all’Arma e al suo Paese.

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter