Xylella, Cavallo e Bruno: «Sterminio di ulivi nel silenzio più totale della nuova Amministrazione»

L’ex assessore Cavallo e l’ex sindaco Bruno, oggi consiglieri comunali di opposizione

La proclamazione ufficiale non c’è ancora stata, ma l’ex assessore Nicola Cavallo e l’ex sindaco Maurizio Bruno si sono già immedesimati nel loro nuovo ruolo di consiglieri di minoranza per fare le pulci alla nuova Amministrazione guidata dal sindaco Antonello Denuzzo.

«Notiamo con estremo dispiacere – dichiarano in una nota congiunta – che proseguono gli abbattimenti degli ulivi tra le campagne di Francavilla Fontana, soprattutto in contrada Potenza, al confine con l’agro di Oria. I proprietari dei terreni sono costretti a procedere con le eradicazioni per non incorrere in pesanti sanzioni e spesso non sono nelle condizioni economiche per mettersi contro le istituzioni regionali e per sostenere delle battaglie legali che potrebbero anche dar loro ragione. Ciò che ci lascia basiti – continuano l’ex assessore al Verde pubblico e l’ex primo cittadino – è l’atteggiamento dell’attuale Amministrazione, completamente silenziosa o, meglio, assente su questo delicato tema. Non una presa di posizione, non una parola di conforto e di sostegno in favore dei nostri agricoltori, che non possono né devono essere considerati cittadini di serie B. Il cambiamento, tanto sbandierato in campagna elettorale, prevedeva quest’indifferenza nei confronti dei problemi del territorio? Il rischio concreto, come dichiarato dagli stessi esperti, è che nei prossimi anni quell’area possa essere contraddistinta dal cosiddetto vuoto biologico, diventando una specie di deserto anziché il paradiso verdeggiante che ha finora rappresentato. Secondo le proiezioni, infatti, è ipotizzabile una sorta di sterminio botanico: nel giro di un anno e mezzo circa, potrebbero sparire circa mille di questi alberi. E l’Amministrazione comunale? Muta!».

 

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter