Sorpresa: il presidente del Consiglio comunale di Oria potrebbe essere…

Cosimo Patisso

Salvo colpi di scena e sempre che la maggioranza si presenti unita, potrebbe essere Cosimo Patisso detto “Jordan” (Udc) il prossimo presidente del Consiglio comunale di Oria.
Dopo tutta una serie di discussioni interne alla nuova Amministrazione, il suo nome è prevalso su quelli degli altri pretendenti: Lucia Iaia (Cambiamo Storia), Nazario Galeone (Insieme per Oria), Gianluca Schifone e Tommaso Carone (Oria è).
Patisso era già stato consigliere di maggioranza ai tempi del sindaco Cosimo Ferretti nonché capogruppo della stessa lista del sindaco “Uniti con Ferretti” e suo fedelissimo fino all’ultimo, quando cioè la maggioranza dei consiglieri comunali decise di sfiduciare Ferretti dopo appena due anni di mandato.
In questa tornata elettorale, Patisso ha scelto di schierarsi dall’altra parte, a sostegno dell’avversaria sua e di Ferretti nel 2015, Maria Lucia Carone, nelle fila Udc.
L’Udc è l’unica forza politica, tra quelle vittoriose a seguito del turno di ballottaggio del 24 giugno scorso, a non vantare un rappresentante nella Giunta della cosiddetta Coalizione del Cambiamento (mentre Cambiamo Storia ne ha due, e gli altri alleati uno a testa).
Un vulnus “cencelliano”, questo, che potrebbe essere riparato venerdì prossimo (27 luglio) quando le assise saranno chiamate, tra i primi adempimenti, a dotarsi della loro figura di garanzia.
Sempre che, a differenza che in questi giorni, i consiglieri di maggioranza si dimostrino compatti e votino per il loro candidato.
In prima battuta servirà un quorum qualificato, in seconda sarebbe sufficiente il 50 per cento più uno.

L’ex sindaco Cosimo Ferretti

Intanto, anche la minoranza – capeggiata dal candidato sindaco, sconfitto al secondo turno, Pino Carbone – ha espresso un proprio candidato: lo stesso ex primo cittadino Ferretti, che venerdì prossimo presiederà la seduta non in qualità di consigliere più suffragato in assoluto, ma di consigliere anziano (qualità determinata dalla somma delle preferenze personali a quelle della propria lista).

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter