Picchia la moglie davanti alla figlia, che chiama i carabinieri: arrestato

Maltrattamenti in famiglia. I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Francavilla Fontana hanno arrestato in flagranza di reato un 46enne di Villa Castelli dopo che una ragazza ha telefonato alla centrale operativa per dire che sua madre stava subendo violenze da parte del padre.
La pattuglia,
intervenuta nell’abitazione, constatato come il volto della donna fosse rigonfio e anche la regione sotto l’occhio destro.
Il marito, riverso sul letto, era ubriaco, e nonostante ciò, in presenza dei militari, ha tentato di colpire con un pugno la donna che, emotivamente provata, è stata condotta al pronto soccorso per le prime cure del caso. I sanitari, nella diagnosi, hanno indicato un “traumatismo di faccia e naso” e una “contusione allo zigomo destro”. Nel frattempo, la figlia della coppia si è presentata negli uffici dell’Arma rappresentando tutta la vicenda e, in particolare, che si trattava dell’ennesima aggressione del padre verso la madre. Pertanto, non si trattava di un episodio isolato, ma di parte di tutta una vicenda iniziata da diversi anni La ragazza ha raccontato che, sovente, ha assistito suo malgrado a numerosi episodi di violenza fisica da parte del padre, una serie di azioni violente accompagnate da ingiurie e minacce di morte. Nel corso degli episodi, è emerso come l’uomo non avesse esitato a scagliare contro la moglie qualunque oggetto domestico che si trovasse davanti. Pertanto, il nucleo familiare, esasperato dai continui comportamenti vessatori dell’uomo, avvenuti anche alla presenza dei militari, sulla scorta della denuncia presentata dalle parti offese, nell’ambito della quale le stesse hanno raccontato i numerosi casi di cui l’uomo si è reso protagonista negli anni, lo hanno tratto in arresto.
Dopo le formalità di rito, il 46enne è stato condotto nel carcere di Brindisi a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter