“Mani im_pasta”, buona anche la seconda: quanta gente a Oria nel weekend

Oria, in estate, non è soltanto Torneo dei Rioni. Oria ha dimostrato in questi due giorni di saper essere anche altro. “Mani im_pasta”, l’evento enogastronomico all’insegna della tipicità promosso da #insiemepossiamo e Gustoria (consorzio tra i noti ristoranti Fuori Porta, Vecchia Oria e Intramoenia): migliaia e migliaia tra oritani e gente giunta da fuori si sono riversati in piazza Lorch, sabato e domenica scorsi, per godere delle prelibatezze della tradizione proposte, a prezzi contenuti, dai numerosi ed eccellenti titolari degli stand: dalle orecchiette ai panini col polpo arrosto, dal caciocavallo “impiccato” alle frise salentine, dall’anguria alle mozzarelle, a tanto altro ancora, compresi ottimi vini e birra. Buona, buonissima, eccellente la prima per #insiemepossiamo.

E dopo la festa, un’accurata pulizia della piazza

Un esordio coi fiocchi e organizzato in tempi da record, quello del laboratorio d’idee #insiemepossiamo nato sulla scia della scorsa campagna elettorale: le ragazze e li ragazzi che sostenevano la candidatura a sindaco di Pino Carbone hanno dato prova di come le loro buone intenzioni, palesate in campagna elettorale, non fossero semplicemente parole nel vento o di circostanza.

L’intenzione era, ed è a tutt’oggi, quella di costruire qualcosa di buono per la città, pur senza disporre di denaro pubblico e, anzi, mettendoci impegno, passione, risorse proprie e degli sponsor privati che credono nei loro progetti. Dal fermento culturale e organizzativo di un nutrito gruppo di ragazzi senza grilli per la testa, lasciati liberi di fare e incentivati proprio da Carbone, è nata questa due-giorni all’insegna del gusto e dello svago adatto a tutti: i gonfiabili per i bimbi, musica, cibo e bevande di qualità per gli adulti.

“Mani im_pasta” ha avuto una gestazione tutto sommato breve, ma in meno di un mese il risultato è stato strepitoso, superiore a ogni più rosea aspettativa della vigilia: basti pensare che già intorno alle 23 del sabato, molti dei produttori avevano già terminato le scorte.

Una chiara dimostrazione di come quelle ragazze e quei ragazzi ci avevano visto giusto, fino a cogliere nel segno. I feedback sono stati tutti positivi, anche per l’intrattenimento: molto bene i “Sarchiatoria”, che al sabato hanno suonato e cantato fino alla mezzanotte brani folk; molto apprezzato l’allestimento, curato da “CP Allestimenti” di Carlo Patisso.

Per un paio di serate, quell’enorme piazza, poco fuori dal cuore del centro storico, si è trasformata in una sorta di villaggio d’altri tempi, un microcosmo di felicità e leccornie capace di accontentare proprio tutti. E, a per rimanere in tema, #insiemepossiamo e Gustoria ci hanno preso gusto. Da #insiemepossiamo fanno sapere: “Non è stato che l’inizio, replicheremo e, nel frattempo, proporremo altre iniziative di questo e di altro tipo: per noi, ogni promessa è un debito, avevamo e abbiamo davvero a cuore Oria e il territorio. Grazie, davvero grazie a tutti”.

La chef Antonella Ricci ospite di “GustOria” (Fuori Porta, Vecchia Oria e Intramoenia)

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter