Il vicesindaco replica all’ex sindaco: “Solo livore personale, ha già dimenticato i tempi della sua Amministrazione”

Il municipio di Oria

Si riceve e pubblica:

Angelo Mazza, vice sindaco di Oria con delega alle Attività produttive

L’ex Sindaco Pomarico, lo stesso che in occasione delle recenti elezioni comunali ha tanto insistito per far parte della Coalizione che ha appoggiato Maria Lucia Carone, non sa a cosa attaccarsi pur di colpire l’attuale Amministrazione dopo neanche due mesi dal suo insediamento.
Pomarico, con un comunicato pieno di livore personale, ed utilizzando la tecnica, stucchevole quanto ampiamente abusata, di lodare qualcuno solo per portarlo con sé contro qualcun altro, dapprima esalta le Associazioni ed i Rioni per poi colpire il sottoscritto, reo di rappresentare “il vecchio”, dimenticando che proprio dal sottoscritto e da pochi altri è nato quel progetto che, intanto, ha già ottenuto un risultato storico: quello di pensionare, si spera per sempre, personaggi della vecchia politica che hanno imperversato negli ultimi anni, producendo danni irreparabili alla Città.

Pomarico, riferendosi ad una presunta mia incompatibilità con l’incarico assessorile assegnatomi, sostiene che non esiste una moralità pubblica e una moralità privata e che la moralità è una sola e per chi la possiede vale sempre, in tutte le manifestazioni della vita. Devo riconoscere che è proprio questo principio che mi ispira nella vita di tutti i giorni, sia pubblica che privata, e che mi consente di essere sempre in pace con la mia coscienza.

Stia tranquillo l’ex Sindaco Pomarico che la mia storia personale e familiare dice che sono persona onesta e corretta, così come onesto e corretto è stato lui stesso quando ricopriva la carica di Sindaco, capo dell’Amministrazione e quindi anche dei Servizi Sociali e del Servizio Tributi, eppure continuava a svolgere la propria attività di patronato e di CAF, o come fu onesto e corretto l’assessore al Contenzioso dell’epoca, da lui stesso nominato, che pure continuava a svolgere la professione di Avvocato, o l’ingegnere assessore ai lavori pubblici ed urbanistica.

Non si preoccupi poi, Pomarico, per la mia categoria professionale che già dal mese di settembre, insieme con le categorie professionali tecniche, sarà coinvolta nella costituzione di un tavolo di lavoro permanente: cosa finora mai vista.

Allora, forse, i motivi di questo attacco sono da ricercarsi altrove, forse per essere stato il sottoscritto il più strenuo oppositore della sua Amministrazione (ad avviso di molti, e non solo mio, la peggiore di sempre), o il mancato accoglimento (che egli forse addebita al sottoscritto) nella Coalizione in occasione della recente tornata elettorale. O forse, ed è questa a mio avviso la spiegazione più probabile, Pomarico, come molti altri, non vuole che questa Amministrazione, appena insediatasi, parta e produca quei risultati di cui la Città ha bisogno, che tutti speriamo e vogliamo e che di sicuro decreterebbero la scomparsa definitiva dalla scena politica locale di “certi personaggi della vecchia politica”, egli compreso.

Angelo Mazza

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter