S’invaghisce di una coetanea e la perseguita: divieto di avvicinamento per un 28enne


Ha molestato una sua coetanea a tal punto da averle procurato uno stato d’ansia che l’ha costretta a denunciarlo perché timorosa per la sua stessa incolumità. I carabinieri della Stazione di San Donaci hanno eseguito a carico di un 28enne sandonacese un’ordinanza che impone il divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla persona offesa: d’ora in poi dovrà mantenersi a una distanza di almeno 300 metri da lei.In particolare, l’uomo – anche mediante l’uso di strumenti telematici e dei social network come facebook e instagram- ha letteralmente perseguitato la donna di cui si era invaghito: ha preso a tempestarla di telefonate e messaggi (via Whatsapp) piuttosto minacciosi e l’ha persino inseguita un po’ ovunque.

In un’occasione, si è presentato sotto casa sua e ha preteso di parlare con lei. In un’altra, l’ha trattenuta a forza e le ha sottratto le chiavi dell’auto per impedire che si allontanasse. Quando la vittima è riuscita a infilarsi nell’abitacolo e a mettersi al volante, l’ha seguita per il centro abitato fino a che non è riuscita, fortunatamente, a far perdere le sue tracce.

Nel mese di maggio, sempre con la pretesa di parlarci, l’ha bloccata in un locale pubblico e ha inveito al suo indirizzo fino a essere stato allontanato dal titolare dell’esercizio.

La scorsa estate, l’ha raggiunta sul posto di lavoro e ha nuovamente preteso un dialogo: in questa circostanza ha pure tentato di rompere, a spallate e testate, una vetrata.

E ancora: un’altra volta, ha incastrato il citofono dell’abitazione della donna con del nastro isolante in modo che suonasse ininterrottamente. Poi si è appostato all’esterno e ha atteso che uscisse. Una volta uscita, l’ha inseguita e fermata contro la sua volontà.

Il giudice, sulla scorta dei racconti della 28enne, ha pertanto ritenuto di emettere a carico del suo stalker la misura del divieto di avvicinamento. Oltre a non avvicinarsi ai “suoi” luoghi, non potrà tentare di comunicare con lei in alcuna maniera: né di persona, né telefonicamente né telematicamente.

 

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter