Oria, i 5 Stelle: «Ma l’Amministrazione non avrebbe dovuto ridurre il costo della mensa scolastica?»


Si riceve e pubblica:#LACOALIZIONESMEMORATA

I proclami della campagna elettorale

Sono trascorsi appena tre mesi dall’insediamento dell’autoproclamata “Coalizione del Cambiamento” eppure già iniziano a dimenticare ciò che tanto avevano sbandierato e promesso ai cittadini.
L’allora candidato Sindaco di Oria, Maria Lucia Carone, oggi Sindaco, e la Coalizione del Cambiamento avevano promesso ai cittadini di ridurre le tariffe del ticket mensa scolastica e tale riduzione sarebbe stata rapportata alle possibilità economiche delle famiglie.
Il M5S Oria già con nota pec del 18.04.2018 prot. n. 67, contestava la delibera n. 45 del 14.03.2018 del Commissario Straordinario del Comune di Oria, nella persona della Dott.ssa Erminia Cicoria, che determinava l’applicazione dell’aumento delle tariffe del ticket mensa con decorrenza immediata ad anno scolastico non ancora concluso.
In quell’occasione circa 300 firme di protesta vennero raccolte dai genitori dei bambini fruitori del servizio mensa e fatte pervenire al protocollo del Comune di Oria con nota n. 7005 del 23.4.2018.
In campagna elettorale la Coalizione del Cambiamento e il candidato Sindaco, Maria Lucia Carone, pensarono bene di fare della questione, precedentemente sollevata e sostenuta dal M5S Oria, un punto di forza della propria propaganda.
In questi giorni l’Amministrazione ha pubblicato per l’anno scolastico 2018/2019 le stesse tariffe adottate dal Commissario Straordinario con l’allora delibera n. 45 del 14.03.2018.
E la riduzione ticket tanto promessa?

Il Meetup Oria 5 Stelle

 

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter