Il biliardo come sport agonistico, gli atleti de “Il Pallino” parteciperanno ai Campionati regionali


L’Associazione sportiva “Il Pallino” di Francavilla Fontana, con sede in via Francesco Salerno, 17 parteciperà al campionato regionale di pool FiBiS

Quindici atleti iscritti nelle categorie A-B-C si cimenteranno in un torneo a sei tappe in Puglia coordinato dalla direzione tecnica di Stefano Dellino (responsabile regionale FiBiS, istruttore federale e campione italiano 2017 nella specialità) e Mauro Castriota (istruttore federale FiBiS e campione italiano nella specialità negli anni passati) con l’obiettivo di qualificarsi alle fasi finali che si terranno a Roma presso lo Stadio Olimpico e di potersi confrontare con gli altri professionisti da tutt’Italia.

Tutto lo staff de Il Pallino auspica che gli atleti partecipanti possano portare in alto il nome di Francavilla Fontana nel pool, grazie al loro impegno.

Si inizia a considerare il biliardo come una disciplina sportiva a partire dal 1893, in concomitanza con la regolamentazione delle competizioni internazionali tra veri e propri atleti professionisti del gioco.

Al giorno d’oggi si distingue con il termine biliardo sportivo la pratica agonistica di quello che, dato l’elevato livello di concentrazione e di preparazione mentale richiesto, viene considerato a tutti gli effetti uno sport di precisione al pari di altri (quali, per esempio, tiro con l’arco, tiro di precisione, etc.).

Agli atleti che praticano agonisticamente questa disciplina è richiesta soprattutto una notevolissima concentrazione mentale, che devono essere in grado di mantenere anche per diverse ore, ed un controllo assoluto della meccanica del tiro.

Anche non trattandosi di uno sport di potenza o di resistenza fisica può essere considerato tra gli sport in cui sono la resistenza mentale ed il controllo millimetrico dei movimenti a farla da padroni.

A tale scopo è richiesto un vero e proprio allenamento strutturato per poter raggiungere i livelli di concentrazione richiesti per le competizioni più impegnative.

La componente mentale è talmente importante che molti atleti professionisti dedicano ad essa allenamenti mirati anche praticando attività in grado di sviluppare tale caratteristica, per esempi training autogeno o yoga (praticati anche da atleti di altri sport che richiedono una notevole concentrazione).

Tra le specialità del biliardo che più di altre sono diventate dei veri e propri sport professionali a livello mondiale si hanno lo snooker ed il pool; entrambe le specialità, soprattutto il pool, sono giocate in ogni parte del mondo e da atleti di ogni sesso ed età.

Il direttore de Il Pallino
Mimmo Calò

 

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter