Volley, prima vittoria esterna della stagione per la Damiano Spina Oria: Jesi sconfitta al tie break



È arrivata la prima vittoria stagionale in trasferta per la Damiano Spina Oria, impegnata nel campionato nazionale di Serie B2, Girone H. Le brindisine allenate da coach Piero Acquaviva sono uscite vittoriose per 2-3 al tie break, dalla seconda trasferta consecutiva, alla quale il calendario le ha messe di fronte, contro la Pieralisi Jesi, formazione marchigiana. L’approccio alla partita delle “tigri” gialloblù, sembra adeguato con il buon contributo della capitana Monica Casalino, in termini di punti e di apporto dato alla squadra, anche se non al meglio della condizione fisica. Le oritane appaiono in controllo, perché coach Piero Acquaviva ha cambiato di ruolo le interpreti del proprio sestetto titolare, forse per non dare punti di riferimento alle avversarie, soprattutto nella zona centrale, con Diomede e Vinciguerra, molto temute dalla squadra Jesina, la prima è sempre puntuale a muro, per lo meno in avvio di partita. Le ospiti, sopra di 10-14 nel primo parziale, crollano facendosi raggiungere sul 15-15. Le padrone di casa, cercano e ottengono frequentemente il block – out, specialmente con Pistocchi, una delle giocatrici più pericolose, andando avanti addirittura per 20-15, le oritane non si risvegliano dal Black – Out mentale e cedono il primo set, per 25-19.Nel secondo set, sembra esserci equilibrio, ma sul 13-11, gli errori delle brindisine, con soprattutto l’infortunio della palleggiatrice Elisa Peluso, con entità e tempi di recupero da valutare, non aiutano di certo. Comunque l’ingresso di Annacarla Cozzetto, unica giocatrice oritana, presente in squadra, non fa rimpiangere per niente la compagna di squadra e il suo contributo, in regia diventerà decisivo. La Damiano Spina, non riesce proprio a reagire e si arrende sul 18-13, incassando un parziale finale di 7-1, che chiude il secondo set, sul 25-14. Un punto in classifica è già volato via, ma è dal terzo set in poi, che le “tigri gialloblù, cambiano letteralmente marcia. Leone e soprattutto Colarusso trascinano le brindisine in attacco, con il contributo dell’esperienza di Diomede. C’è almeno il carattere perché in avvio di quarto set è subito 1-5. Mister Acquaviva riassesta il suo sestetto nei ruoli abituali. Si è rivista Giorgia Valente, ritornata in città in settimana, e grande protagonista nella scorsa stagione. Chiara Vinciguerra è apparsa sottotono rispetto alle prime due confortanti uscite, indipendentemente dal risultato finale della squadra. È ‘un terzo parziale comunque ben controllato dalle brindisine, nella parte centrale le oritane prendono il largo sul 12-17, e successivamente sul 13-20. Con l’assetto tattico tradizionale, il sestetto di Acquaviva vola, soprattutto con il trio Colarusso, Diomede e Leone. Le marchigiane si rifanno sotto, sul 16-20, ma la Damiano Spina porta a casa il set sul 18-25.

Nel quarto parziale, le ospiti dominano subito, il gioco, con un mini parziale iniziale di 1-7, portato poi a 5-14, a metà parziale riuscendo anche a essere anche un po’ più incisive in battuta e Colarusso è efficiente anche a muro, quando ne ha la possibilità. In difesa, la squadra tiene, nonostante una Mastrilli a mezzo servizio, per un risentimento muscolare, ed è per questo che in ricezione le pugliesi incominciano a soffrire un po’, le marchigiane tornano sotto sul 10-16, Oria però, si riprende la scena prendendo il largo con un chiarissimo 11-21, ma ormai l’appendice del tie Break con un ampissimo vantaggio sembra scritta, anche se le oritane si rilassano un po’ troppo, e infatti, il 4° parziale termina in modo sofferto sul 21-25.

Pari e patta, ma le tigri gialloblù, ora credono nel colpaccio, dopo le energie spese, per una rimonta così complicata. Vinciguerra nel quinto e decisivo set, non lascia sole le compagne di squadra e da il suo contributo, con un paio di “fast” importanti, fondamentale di gioco, nel quale Diomede è padrona, oltre che del muro, la metà del decisivo parziale è confortante, al cambio campo è 4-8 per le ospiti. Cozzetto in palleggio trascina le compagne, grandissima prestazione per la 26enne oritana, da sempre nella formazione brindisina, fin da bambina. La paura di vincere, sembra frenare le ospiti, le Jesine si rifanno sotto sul 9-10, e 10-11, ma poi non c’è più storia, grazie ad un muro decisivo di Colarusso, la migliore in campo, assieme a Cozzetto, perché la Damiano Spina chiude il Tie Break, facendo suo il match per 12-15.

La sconfitta per 3-0 di Sabato scorso a Corridonia è riscattata, con una grande reazione di carattere. Le ragazze di coach Acquaviva salgono a quota 5 punti in classifica, conquistando una vittoria importantissima, non giocando inizialmente al meglio delle proprie possibilità sul piano mentale, ma soprattutto fisico, a partita in corso. C’è rammarico solo per il punto lasciato per strada.

Tabellino : Pierlisi Jesi : Pistocchi 24, Gasparroni 10 , Paolucci 9 , Marcelloni 14, Angelini 6, Pomili 3, Coppari 1, Viscito 1, Baldoni Michela 2, Giuletti, Baldoni Sara All. Sabbatini.

Damiano Spina Oria : Colarusso 17, Casalino 4, Diomede 11, Peluso 1, (Inf) Cozzetto (Sos), Vinciguerra 7, Leone 11, Mastrilli (Lib), Di Paola, Turchiarulo, Mastria, Avallone, (N.E) All. Acquaviva

Parziali : 25-19, 25-14, 18-25, 21-25, 12-15.

Ufficio stampa Damiano Spina Volley Oria

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter