Distributore di carburante improvvisato in campagna, identificato e denunciato il gestore


Un distributore di carburante improvvisato e abusivo in aperta campagna. L’hanno scoperto, a Carovigno, i carabinieri dello Squadrone elitrasportato “Cacciatori di Puglia”, che hanno anche denunciato a piede libero il 34enne gestore per omessa denuncia di merce infiammabile, mancato pagamento delle accise e irregolarità nella circolazione stradale. L’uomo è stato intercettato da una pattuglia dei Cacciatori – impegnati in una battuta tra le campagne del Brindisino per controllarne zone impervie, casolari abbandonati ed eventuali nascondigli illeciti – proprio mentre dal suo furgone riforniva una colonna di autoveicoli. Quando gli automobilisti hanno scorto i militari, la colonna di auto si è sfaldata: alcuni sono riusciti a dileguarsi, mentre altri sono stati bloccati. Nel furgone c’erano 3 cisterne in plastica da circa mille litri l’una e collegate a una pompa idraulica e quattro tubi di diverso diametro. Il gasolio contenuto nelle cisterne è risultato destinato all’uso agricolo (e dunque non avrebbe potuto essere destinato ad altre finalità) ma il 34enne lo rivendeva a prezzi notevolmente più convenienti rispetto a quelli praticati nelle stazioni regolari di rifornimento. Il furgone è stato poi sottoposto a sequestro e sono in corso accertamenti per risalire all’origine del carburante.

 

 

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter