Salvini e la Lega mettono radici anche in provincia di Brindisi: ecco i nuovi responsabili nei vari comuni

L’onorevole Anna Rita Tateo sotto il castello di Oria

La Lega, Salvini e il salvinismo fanno proseliti anche in provincia di Brindisi. Lo si evince da un comunicato della deputata leghista, nonché commissario provinciale del partito, Anna Rita Tateo:

“L’organizzazione della Lega sul territorio della Provincia di Brindisi prosegue a gonfie vele. Un percorso che abbiamo iniziato mesi fa e che portiamo avanti con passione, uniti nell’intento di valorizzare il nostro territorio e partecipare alla rivoluzione del buonsenso che fa parte del progetto politico di Matteo Salvini. Per questo auguro buon lavoro a Lelio Lolli, Responsabile provinciale dell’organizzazione; Luca Romano, Responsabile provinciale enti locali; Noemi Chianura, responsabile provinciale del tesseramento e Simone Pellecchia, Responsabile provinciale dei social network.

Carmine Calò, segretario della Lega a Francavilla

Inoltre confermo Gianni Signore come segr. cittadino di Brindisi e do il mio in bocca al lupo ad Antonio Parente, segretario cittadino di San Pancrazio Salentino; al segr. cittadino Ruggero Polito per San Pietro Vernotico; ad Adolfo Sartorio come segr. cittadino di Oria; a Piccigallo Angelo Raffaele come segr. cittadino di San Vito dei Normanni; al segr. cittadino di Ceglie Messapica, Locorotondo Francesco; al segr. cittadino di Ostuni, Donato Marangi; Cellino San Marco come segr. cittadino Cristian Vincenti, Carmine Calò il segr. Cittadino di Francavilla Fontana; al segr. cittadino di Torchiarolo, Antonio Caretto; a Piergiuseppe Mola come responsabile del tesseramento e portavoce a Cisternino”.

Qui di seguito il commento a margine da parte della sezione di Oria:

Adolfo Sartorio

“La notizia era nell’aria: un vento di riscatto e di rinascita dell’orgoglio nazionale spira forte in tutta la Nazione, nell’Europa e nel Mondo, e soffia anche nell’ antica Nostra Città.
E’ per questi motivi che si è costituita ad Oria la Lega – Salvini Premier – Movimento nazionale sovranista.
Un gruppo di Oritani ha deciso di aderire alla Lega di Salvini poiché la considera, l’unica forma di pensiero politico moderno in grado di contrastare la crisi economica, sociale e culturale che investe il nostro Paese, una crisi globale che pregiudica il presente e compromette il futuro.
Ci auguriamo che la notizia non abbia l’effetto del proverbio cinese che recita: “molti saranno gli stolti che guarderanno il dito e non la luna”.
Aiutiamo gli stolti ad essere minoritari.
Matteo Salvini è riuscito con coraggio ad abbattere il muro virtuale tra Nord e Sud, creato dai fondatori della Lega Nord, modificando il vecchio simbolo e porgendo la mano a quella parte d’Italia che per troppi anni è rimasta in balìa di partiti politici mai intenzionati a spendersi per il bene comune.
Non abbiamo la memoria corta, ma abbiamo il coraggio e l’onestà intellettuale di riconoscere in Matteo Salvini, l’unico leader politico in grado di difendere l’economia italiana dagli attacchi interni ed esterni, l’unico capace di attuare una politica nuova, improntata al riconoscimento e alla valorizzazione della identità nazionale e alle nostre tradizioni e ridare, quindi, dignità e orgoglio al popolo italiano.
Non lo diciamo noi, lo dicono i fatti.
Crediamo nella politica che considera il territorio un patrimonio di fondamentale importanza da tutelare, anche in memoria di chi lo ha difeso e curato nei secoli lasciandolo a noi in eredità.
Crediamo nella politica come custode geloso delle tradizioni tramandate dai nostri padri.
Come oritani crediamo nella politica che considera l’enorme patrimonio archeologico della nostra Città non solo uno strumento utile al servizio del turismo, ma indispensabile, altresì, a riscoprire quel valore storico e culturale, riaffermando un legame identitario con le nuove generazioni e restituendoci la fierezza di essere oritani.
Crediamo nella politica che tutela e promuove il “made in Oria” dalle eccellenze produttive ai piccoli artigiani, ai commercianti, ai ristoratori, alle piccole botteghe.
Crediamo nella politica radicata sul territorio, partecipata, vicina ai problemi quotidiani dei cittadini.
Crediamo nella Lega da sempre caratterizzata da un forte radicamento dei suoi rappresentanti con le istanze della gente e dei territori di riferimento.
Sin dalle origini, infatti, i suoi rappresentanti, dalle piccole realtà alle massime cariche istituzionali, hanno mantenuto un solido rapporto con i territori di rifermento, a differenza dei tanti partiti capaci solo di imporre scelte e candidati ai territori periferici, mortificando così le legittime aspettative delle comunità locali.
Oria ha bisogno di una politica seria e concreta fatta da partiti, più che da liste civiche, e rappresentata, a tutti i livelli, da persone disposte a farsi carico dei problemi della periferia.
Nel momento in cui annunciamo la nascita del Movimento della Lega in Oria, ribadiamo la ferma volontà di voler accogliere tutti coloro che hanno voglia di ‘cambiare le regole’ della vecchia politica e la disponibilità a dialogare con quanti hanno a cuore la crescita sociale, culturale ed economica della nostra Città”.

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter