Scatta la solidarietà: “Aiutiamo a ricostruire la casa distrutta” dallo scoppio di una bombola

Repertorio

Un piccolo contributo per ricostruire la casa che nella sera di lunedì scorso è stata squassata dallo scoppio di una bombola a gas, a seguito del quale una 75enne è anche deceduta in ospedale. L’iniziativa è partita proprio da San Pancrazio Salentino e si è diffusa su facebook, tanto da aver già incontrato il favore di singoli e cittadini: in due giorni, sono stati già raccolti quasi 1500 euro, che con gli altri serviranno a restituire un tetto e soprattutto un po’ di speranza a una famiglia distrutta da questa tragedia.Chiunque, infatti, può donare collegandosi alla pagina facebook “Aiutiamo una famiglia a ricostruire la propria casa distrutta.”  Qui sono indicate anche le coordinate bancarie e postali, ma è ben accetto anche un contributo concreto in termini di forza lavoro (in termini di tecnici e operai) o di oggetti (sedie, infissi, ecc.). L’obiettivo è ricostruire quantomeno l’essenziale e consentire al proprietario  – tuttora ricoverato al “Vito Fazzi” di Lecce, dove stanotte si è spenta sua moglie – di ritornare quanto prima nel suo immobile.

Qui di seguito le coordinate bancarie per quanti intendessero effettuare una donazione economica anche di piccola entità:

IBAN: IT21E0526279260CC0320000555 Banca Popolare Pugliese – filiale di San Pancrazio Salentino – Causale: Aiutiamo a ricostruire la casa distrutta.

 

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter