Polizia locale di Oria, rieccola: autovelox in superstrada e auto in complanare

Parole d’ordine: prevenzione e sicurezza stradali.
Questa mattina (15 novembre) con l’auto fresca di revisione, la polizia locale di Oria è tornata a presidiare col suo potente autovelox, anch’esso piuttosto fresco di revisione, il pericoloso tratto oritano lungo la statale 7 Taranto-Brindisi.
La Fiat Panda di servizio sistemata sulla complanare e lo strumento sulla superstrada, secondo ormai consolidata consuetudine.
Per qualcuno tra i conducenti in transito – automobilisti, camionisti, motociclisti – in territorio non di competenza e in assenza di adeguata segnaletica che fugasse ogni sospetto d’imboscata.
Questi sono, tuttavia, argomenti (con quello della revisione scaduta dall’1 ottobre al 13 novembre) dei quali saranno eventualmente interessati, nel caso di ricorsi, i Giudici di Pace.
Cambiano le Amministrazioni comunali e i dirigenti, ma il quesito resta sempre quello: premesso che il rispetto dei limiti di velocità è cosa buona e giusta, non è che dietro il massiccio impiego di quell’apparecchio si celano soprattutto ragioni di cassa?
In fondo, in quello stesso tratto stradale, a memoria d’uomo e statistiche alla mano, non si registrano incidenti di una certa rilevanza.
Comunque, a prescidere da tutto, il miglior modo per non incappare in un verbale di contravvenzione, nom essendovi comunicazioni ufficiali circa i controlli, è sempre quello di restare prudenti e di pigiare troppo il piede sull’acceleratore. Non vorrete moca essere i primi a restare coinvolti in un sinistro in quel tratto (magari proprio per evitare una sanzione per eccesso di velocità)!

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter