Caos in stazione: binari allagati, il treno deraglia e il macchinista si sente male. Ma è un’esercitazione


“Un treno regionale di Trenitalia proveniente da Brindisi e diretto a Taranto si arresta bruscamente sugli scambi di ingresso della stazione di Francavilla Fontana per allagamento dei binari dovuto ad un dissesto idrogeologico e il macchinista accusa un malore”.Una notizia che fa impressione, ma fortunatamente si è trattato soltanto di un’esercitazione di emergenza, coordinata dalla Prefettura, effettuata questa mattina nella stazione ferroviaria della Città degli Imperiali dalla protezione civile del Gruppo Ferrovie dello Stato.

La simulazione è consistita, appunto, nell’arresto di un treno regionale a causa dei binari allagati col macchinista che ha, a sua volta, simulato di accusare un malore.

“Il personale di bordo ferma il convoglio, presta le prime cure al macchinista e informa la sala operativa di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) che richiede l’intervento dei vigili del Fuoco e del 118 e contestualmente allerta il nucleo di polizia ferroviaria e la sala operativa regionale di Protezione Civile. Arrivati sul posto, i pompieri verificano la sicurezza dell’accesso al treno e all’area ferroviaria mentre il personale del 118 raggiungono i passeggeri e il macchinista per prestare loro i primi soccorsi dando priorità ai codici rossi ed ai codici gialli. Giungono anche squadre di volontari delle associazioni di Protezione Civile attivate dalla sala operativa Regionale di Protezione Civile per dare ulteriore supporto ai soccorritori e ai tecnici di Rfi e aiutare i passeggeri illesi, o in codice verde, a raggiungere un luogo sicuro”.

L’esercitazione di emergenza è stata realizzata con la partecipazione del comando provinciale dei vigili del Fuoco di Brindisi, del servizio emergenza 118, della polizia ferroviaria e di altre forze dell’ordine, della Protezione Civile Regione Puglia, delle associazioni di volontariato di Protezione Civile, della Croce rossa italiana, del Comune di Francavilla Fontana e del Gruppo Fs (Rfi, Trenitalia e Ferrovie Sud Est).

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter