Basket, grande vittoria del Villa contro il più quotato Ruvo di Puglia: 89-84


Ad un certo punto sembrava proprio che Ivan Drago Bagdonavicius potesse riuscire a buttare al tappeto i biancoazzurri.
Così non è stato.
KO ci va Ruvo. La vittoria è del Villa.
Una vittoria che invade il cuore.Non si può non amare questa prestazione dei nostri ragazzi, la loro reazione, nella partita più difficile, nel momento più difficile.
Due punti conquistati in una partita condotta e combattuta per 40 minuti, con avversari più quotati che non ci hanno mai dato modo di cantare vittoria, se non, alla sirena finale.

Tutti con il rossetto rosso sul volto, il Villa si schiera contro la violenza sulle donne. Grazie anche al Ruvo, ai direttori di gara, udc e tutto il pubblico maschile che accetta di portare questo simbolo.
Argentiero la apre da 3 e carica subito tutto l’ambiente. Dison regala assist ed a canestro ci vanno tutti. Dopo 8′ una delle squadre con il più alto potenziale offensivo di tutta la C Gold è ferma a soli 8 punti, merito di un bunker allestito dagli uomini in canotta biancazzurra. 18-8.
Marchetti e Laquintana ci ricordano che non sarà una passeggiata, ed è proprio quest’ultimo ad avere addirittura la possibilità di mandare avanti i suoi allo scadere, senza successo. 20-19.

Ljoljic a mezzo servizio, un super capitan Iaia e la grinta di Michele Mazzarese ci danno subito il nuovo allungo. 28-19.
Gli uomini di coach Patella reagiscono e si rifanno sotto 28-26.
Lele Caló stacca le mani dalla stufa e, facendo ciuff ciuff come i trenini, ne mette due ravvicinate dai 6,75. 36-29.
Iaia e Danilo superbi in difesa e in attacco, con la seconda tripla di Argentiero arriviamo al massimo vantaggio 45-32.
Bagdonavicius a 4″ dal termine, con canestro più fallo, accorcia, cosa che non hanno fatto i suoi antenati all’anagrafe col cognome.
Ma mancano 4″, che con Mike Dison possono diventare 4 ore.
Il play USA mette una tripla allo scadere da 9 metri ipermarcato. E manda in estasi la San Francesco. 48-35.
Tutti negli spogliatoi.

Jovic boom. Laquintana boom.
Il fuoco nemico ci risveglia e Ruvo rientra forte sul parquet. Bagdonavicius e Marchetti costringono Vozza al timeout dopo 5′. Gli ospiti, in questa entusiasmante fisarmonica nel punteggio, sono di nuovo sotto solo di un punto. 52-51.
Lele e Michele, che costringe Jovic al 4°fallo, dai liberi ci danno respiro, ma Laquintana è lì pronto a togliercelo alle spalle. 58-57.
Michele per Lele da 3. 61-57.
Un fallo dubbio e successivo tecnico, mettono fuori dai giochi proprio il Mazzarese.
Laquintana fa la scarpetta con i liberi 3/3. 61-60.
Dison inventa un canestro pazzesco al ferro allo scadere, con i sismografi che hanno rilevato un movimento della San Francesco successivo al boato di gioia del pubblico e al rumore delle botte, non sanzionate, subite dal play biancazzurro. 63-60.

Devastante l’impatto di Serpentino nel match.
Mascoli ed Ippedico provano a tamponare l’emorragia.
Se un balbuziente prova a chiamare per cognome quest’ultimo parte l’urrà dalla curva.
Ma il pivot francavillese è ben servito da un Argentiero indemoniato, in collaborazione con Caló che continua a sparare da 3, ed un Dison che segna un altro canestro difficilissimo con fallo, impacchetta lo strappo decisivo. 75-64.
Forse.
Mica mollano questi. Il roster del Ruvo non ha bisogno di presentazioni, ma di Presentazi, si.
Da 3.
E Bagdonavicius… Un gancio cielo di quelli da rivedere quando sei giù di morale. Che giocatore. 75-69.
Timeout Vozza.
Il Villa ritrova respiro, tranquillità e Ljoljic appoggia a canestro dopo l’ azione più corale e di voglia della serata. 77- 69.
Nei 4 minuti finali, nonostante alcuni errori al tiro, teniamo botta in difesa, e teniamo sempre i viaggianti almeno a 5 punti di distanza.
Finirà 89-84.

Con l’aiuto della nostra casa e del nostro pubblico, sceso sul parquet, insieme ad una squadra che ce lo ha letteralmente trascinato di forza.
Conquistandolo per la lotta e la voglia di difendere la nostra maglia.
La maglia biancoazzurra.
Sì, ragazzi, questo è il Villa che amiamo.

Soavegel Basket Francavilla – Tecnoswitch Ruvo 89 – 84
[20-19, 28-16, 15-25, 26-23]

Francavilla : Giaffreda, Ljoljic 7, Dison 21, Argentiero 7, Mazzarese M. 6, Caló 21, Serpentino 4, Iaia 12, Eletto, Mazzarese D. 11.
Coach Vozza

Ruvo : Masoli 2, Marchetti 18, Laquintana 27, Ippedico 2, Presentazi 6, Eremita, Jovic 8, Bagdonavicius 20, Di Salvia, Barile.
Coach Patella

Ufficio Stampa
Basket Francavilla 1963

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter