Finalmente a casa: Oria Basket a caccia di punti nella prima gara interna stagionale


Finalmente in casa.
Mercoledì 12 dicembre i biancoverdi dell’Oria Basket debuttano in casa contro la Nuova Olimpia Mesagne.
Dopo due gare giocate fuori casa, sui campi di Brindisi e Francavilla, si torna a giocare sul parquet oritano per una gara che si preannuncia dai ritmi serrati e dall’alto tasso adrenalinico.
I biancoverdi di coach Pezzuto faranno di tutto per portare a casa la vittoria davanti al pubblico amico e stanno preparando la gara da giorni per fornire la migliore prestazione possibile.
La voglia di far bene è tanta, e i giocatori sono tutti concentrati su un unico obiettivo: la vittoria.
Tra i più motivati a far bene ci sono Antonio Scoditti, top scorer della squadra finora con 17,5 punti di media a partita e mesagnese doc. Proprio su questa partita, la guardia biancoverde dice:
“Sono arrivato come ultimo in squadra ma è come se giocassi da tanto tempo. Ho avuto l opportunità di giocare in Promozione facendo anche i play off per andare in D con Caforio e Marinosci. Conosco da una vita Corrado e il coach Pezzutto mi ha avuto a Francavilla. Gli altri ragazzi del gruppo mi hanno fatto integrare alla grande. Posso dire che anche se le prime due gare nn ci hanno portato punti sono contento di far parte di questo gruppo. Ricordo la prima amichevole a Francavilla… a distanza di solo un mese le cose sono cambiate in meglio. Abbiamo punti nella mani e stiamo cercando di migliorare alcuni dettagli in difesa. Con l’Olimpia l’obbligo è vincere”.
In merito alla difesa del parquet oritano, anche la società, nella persona del vice presidente Dario Benvenuto, si è espressa così:
“Abbiamo visto in queste prime partite una grande attitudine difensiva da parte dei ragazzi. In società siamo contenti di quanto fatto finora. In attacco abbiamo più soluzioni, ma è in difesa che stiamo rendendo al nostro meglio. E questo devo dire che è merito di coach Franco Pezzuto. E’ stato abile nel creare un gruppo compatto, motivato e che rema tutto nella stessa direzione sempre, anche e soprattutto di fronte alle difficoltà (che siano legate agli avversari, alle assenze o soprattutto alle decisioni arbitrali quantomeno contestabili), senza mai perdere la testa o di vista l’obiettivo. La parte più importante di una buona difesa è la motivazione, la costruzione di un gruppo compatto e una mentalità tra i giocatori che li aiuti a condividere lo stesso obiettivo. Ora pensiamo al Mesagne ed a questa vittoria da conquistare a tutti i costi. Ci vediamo al Palazzetto!”
Non resta quindi che prendere d’assalto il Palazzetto di Via Crocifisso mercoledì 12 dicembre. Palla a due alle 21.
Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter