«No al pagamento dei parcheggi nei giorni festivi», al via una petizione popolare

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

L’articolo 70 dello Statuto comunale

In città, l’argomento è tra i più sensibili del periodo. Da quando, il 26 novembre, sono stati introdotti a Oria i parcheggi a pagamento, numerose sono state (e sono tuttora) le lamentele di cittadini, turisti e soprattutto commercianti.

La ditta gestrice, tra le altre cose, ha a suo tempo concordato con l’Amministrazione e gli uffici comunali che il servizio avesse una durata di 365 giorni annui, dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 21 di ogni giorno, con tariffa oraria di un euro (20 centesimi per i primi 12 minuti).

Quindi i cittadini oritani, e non soltanto loro, durante queste festività dovranno risparmiare le monetine, in genere usate per le tombolate in famiglia, per poter pagare il parcheggio.

Ironia a parte, in tale contesto si colloca una petizione popolare (in calce all’articolo il relativo testo) ai sensi dell’articolo 70 dello Statuo comunale lanciata dall’avvocato Pietro Maria Ammaturo, dal direttore dello Strillone Eliseo Zanzarelli e da Alfredo Carbone, i quali mirano all’abolizione dell’obbligo di ticket per la sosta quantomeno nei giorni festivi.

Ma la petizione contiene anche un altro spunto, persino più sensibile: si chiede, infatti, di consentire alle persone disabili (in possesso di regolare certificazione) di sostare gratuitamente non soltanto negli stalli di colore giallo loro dedicati, ma anche entro il perimetro delle strisce blu. La collocazione dei parchimetri, infatti, è piuttosto scomoda per quanti, pur guidando, soffrano problemi motori.

Lo Statuto del Comune di Oria prevede espressamente che un congruo numero di cittadini possa impegnare il sindaco a portare la questione in Consiglio comunale e “costringere” il massimo organo amministrativo a discutere ed eventualmente deliberare la modifica o l’adozione di provvedimenti d’interesse collettivo. In questo caso, appunto, la soppressione del pagamento nelle giornate festive e la concessione della sosta gratuita al cento per cento in favore delle persone disabili.

La raccolta delle sottoscrizioni è già cominciata e, a partire dalle 19 di oggi, si potrà aderire all’iniziativa anche recandosi al Caffè Manfredi nell’omonima piazza. Sarà sufficiente portare con sé un documento d’identità.

È possibile, inoltre, contattare in privato Lo Strillone (tramite mail a lostrillone@lostrillonenews.com o tramite messaggio sulla pagina facebook) per prenotare la propria firma, concordando tempo e luogo.

In seguito potrebbe anche essere allestito un apposito gazebo in piazza Lorch.

S.C. 

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter