Il bel gesto di Ismael: ritrova un portafogli pieno e lo consegna ai carabinieri. Restituito al proprietario

Ha trovato in strada un portafogli (pieno) e non ha esitato un solo istante: ha fatto un po’ di ritardo al lavoro, ma pazienza. Ne è valsa la pena. Ha fatto ciò che sentiva, ciò che doveva.
Ismael, 19 anni, di nazionalità ghanese, stamattina è prima passato dalla caserma dei carabinieri, per consegnare ai militari quell’oggetto, poi ha raggiunto l’officina (settore pneumatici) con sede a Francavilla Fontana nella quale è operaio.
Ismael, infatti, ha dimostrato di possedere un innato senso della legalità e della giustizia: se quel portafogli l’avesse perso lui, gli sarebbe piaciuto che qualcuno – italiano o straniero – gliel’avesse restituito proprio alla stessa sua maniera.
E, insomma, il proprietario di quel portafogli, grazie al bel gesto “natalizio” di Ismael, ha potuto riavere il suo portafogli, contenente qualche banconota e soprattutto i suoi documenti: patente, carta d’identità, tessera sanitaria, bancomat, carta di credito e così via.
È stato proprio grazie a quei documenti che i militari dell’Arma sono riusciti a risalire all’identità del titolare e a rintracciarlo, a restituirglielo.
A lui, al legittimo proprietario, gli uomini e le donne in divisa hanno raccontato di un onesto cittadino giunto qui da lontano, che, inforcata la sua bicicletta, mezzo con cui normalmente si sposta, consapevole del rischio di fare tardi al lavoro e delle conseguenze del caso, si è premurato di restituire tutto. Con una tale tranquillità e un tale senso dell’onestà, purtroppo spesso fuori dal comune persino nella civilissima Italia e nell’italianissima Francavilla.
“Non voglio essere ringraziato, ho fatto ciò che sentivo di fare”, ha dichiarato, poi, col pensiero rivolto ai suoi cari ancora in Ghana, un po’ si è commosso.
E, allora, semplicemente grazie, Ismael. Francavilla, l’Italia, il mondo hanno da sempre bisogno di gente così, così come te.

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter