“Oltre i Cento Passi”: il fratello di Peppino Impastato per parlare di mafia e antimafia oggi


L’Associazione Fai Antiracket Francavilla Fontana, in collaborazione con l’Associazione “Mamadunia” e con il supporto dell’Amministrazione comunale, il 9 gennaio alle 19, nella Sala Mogavero di Castello Imperiali, ha organizzato un incontro dibattito con Giovanni Impastato, autore del libro “Oltre i Cento Passi”.Giovanni, fratello di Peppino, ucciso dalla mafia il 9 maggio 1978, ha raccolto il testimone del fratello e farà il punto della situazione delle mafie – e delle antimafie – in Italia, grazie anche all’ausilio dell’osservatorio di Casa Memoria e del Centro Impastato, da quarant’anni in prima linea nella lotta alla criminalità organizzata.

All’incontro, oltre al presidente dell’Antiracket francavillese Cosimo Torino, interverranno il sindaco di Francavilla Fontana, Antonello Denuzzo, l’assessore alla Cultura Maria Angelotti, e Valentina Pierro, criminologa, referente per la Puglia di “Casa Memoria”.

“Nella primavera del 1977, Peppino Impastato inaugurò a Cinisi la radio libera ‘Radio Aut’, le cui frequenze scossero la Sicilia con le denunce di comportamenti mafiosi e omertà. Nella notte tra l’8 e il 9 maggio del 1978 la voce di ‘Radio Aut’ venne fatta tacere per sempre; eppure, da allora, Peppino Impastato non ha mai smesso di parlare”, è l’invito del primo cittadino Denuzzo.

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter