Trascorrono il Capodanno a Roma, finiscono i soldi e fanno una rapina: presi 31enne e 20enne


Hanno scelto di trascorrere il Capodanno a Roma, ma a un certo punto sono finiti i soldi. Così una coppia di amici ha pensato a un modo piuttosto singolare per prolungare ugualmente la permanenza nella capitale: una rapina. Sono stati arrestati in un albergo un paio di giorni dopo il colpo Si tratta del 20enne D.D.S. e del 31enne G.M., tutti e due di Oria e con da precedenti.

Intorno alle 18 del 2 gennaio, con indosso felpe e passamontagna e armati di bastone e coltello, i due hanno fatto irruzione in una tabaccheria di piazza Bologna, al quartiere Nomentano. Uno di loro ha minacciato i due proprietari, mentre l’altro ha arraffato il contenuto del registratore di cassa: circa 300 euro. Successivamente, la fuga a piedi.

Le vittime, nel frattempo, hanno chiamato la polizia, con le Volanti che sono giunte subito sul posto. La descrizione dei rapinatori fornita dai titolari dell’esercizio e dai testimoni che li hanno visti fuggire, ha consentito ai poliziotti di raccogliere tutta una serie di elementi utili a identificarli e a rintracciarli – due giorni dopo, il 4 gennaio – in una struttura ricettiva del rione Castro Pretorio. Il 20enne e il 31enne sono quindi stati sottoposti a fermo d’indiziato di delitto.

 

 

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter