L’ex consigliere comunale plaude all’elezione degli stranieri nelle assise

Fabio Zecchino

Si riceve e pubblica:

Nella trascorsa campagna elettorale, alla guida del Partito Democratico, come “classe dirigente uscente”, mi sono speso per far comprendere e spiegare ai nostri cittadini quanto di buono fosse stato fatto.

La  passata Amministrazione, a trazione P.D., si è caratterizzata  e, di certo, qualificata,  per un’azione politica sensibile alle problematiche  dell’integrazione e dell’inclusione dei nostri concittadini immigrati.

Questo è un tema che ritorna di grande attualità, com’è evidente. Qui a Francavilla Fontana, con favore, prendo atto che la nuova Amministrazione comunale, con i primissimi atti, ha proseguito e portato a termine il percorso amministrativo per l’elezione dei due consiglieri comunali stranieri aggiunti.

Infatti, in uno degli ultimi deliberati della commissione consiliare uscente “Cultura e Cittadinanza attiva”, da me presieduta, è stato licenziato  il regolamento per l’elezione dei predetti consiglieri stranieri. Ebbene, il prossimo 27 gennaio si terranno le elezioni.

Seppure alternativo in campagna elettorale, con piacere colgo il forte segnale politico che l’Amministrazione ha voluto dare alla Città: vivere questo importante appuntamento di Democrazia, guardando all’integrazione dei cittadini stranieri come unica opzione possibile, se non ci si vuole appiattire sulle scellerate politiche del Governo nazionale.

Avv. Fabio Zecchino,
già consigliere comunale PD e presidente della Commissione consiliare  Cultura e Cittadinanza attiva del Comune di Francavilla Fontana.

 

 

 

Fabio Zecchino
Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter