Costi degli allacci al metano esagerati, e il Codacons scrive al sindaco


Il responsabile CODACONS Oria, Mario Sartorio, ha scritto una lettera al sindaco Mara Lucia Carone per esporle un problema che interessa diversi cittadini oritani: a causa dei costi esosi (circa 1.400 per singola utenza) non hanno la possibilità di allacciare gli impianti delle proprie abitazioni alla rete del gas metano. Sartorio fa presente come più di un anno e mezzo fa, un cittadino (Vincenzo De Virgilis) abbia raccolto circa 60 firme tra i concittadini non ancora serviti dal metano per chiedere che il Comune si renda interlocutore dell’impresa “2iretegas” e solleciti quest’ultima a praticare qualche promozione in loro favore così come sta già facendo in altri comuni: Carosino, Monteiasi, Faggiano, Noicattaro, dove esiste già il tronco principale, e Ostuni, dove nelle zone periferiche non esiste alcuna canalizzazione. Nel mese di aprile 2018 – ricorda ancora Sartorio – è stata anche inviata, per il tramite del Comune, una PEC all’impresa di cui sopra proprio per caldeggiare una campagna promozionale, ma l’impresa stessa ha fatto orecchio da mercante e non ha neppure risposto. Di qui questa ulteriore sollecitazione da parte del responsabile comunale CODACONS, convinto che nel 2019 tutti dovrebbero avere pari possibilità di accesso a un servizio – quello del metano, appunto – che da una parte è più sicuro e meno inquinante rispetto a quelli alternativi (bombole GPL, gasolio per le caldaie, ecc), dall’altra è anche più economico.

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter