Casambulanti: «Ok il reddito di cittadinanza, ma a noi chi pensa? Rischiamo l’estinzione»


Qui di seguito un intervento del presidente nazionale di Casambulanti – uno dei sodalizi che riuniscono e rappresentano gli ambulanti italiani – condiviso anche dalla sezione di Francavilla Fontana. «Di questo passo non sappiamo se arriveremo a fine anno», è il commento del responsabile locale Salvatore Martina:Così Donato Gala:Reddito di cittadinanza:Anche oggi, per l’ennesima volta, non abbiamo lavorato!L’argomento del momento è il reddito di cittadinanza…
Già, ma a noi non spetta!
Diritto al lavoro, al sostegno sociale, alla dignità, alla casa, al rimborso delle spese correnti…
Ma i lavoratori autonomi quali diritti hanno?
Non abbiamo diritto alla malattia,
Non abbiamo diritto alle ferie,
Non abbiamo diritto al riposo,
Non abbiamo diritto alla liquidazione,
Non abbiamo diritto alla cassa integrazione!
Dobbiamo difenderci:
Dalle intemperie,
Dalle rapine,
Dalla concorrenza sleale,
Dalla tassazione iniqua,
Dai danni ai mezzi, alle strutture,
Dallo stress dei mancati incassi,
Dall’assenza dei controlli,
Dalla contraffazione,
Dalla prepotenza dei comuni,
Dalla voglia di abbandonare… Tutto!
Caro Governo giallo-verde, ricordati dei lavoratori autonomi!
Delle famiglie monoreddito che lavorano per strada!
Dei padri di famiglia che hanno la partita Iva, la partita doppia, ma che non hanno più:
La partita… Vita!

Noi siamo la risorsa dello Stat italiano!

Non chiediamo nulla, solo la dignità di essere riconosciuti come tali!

Caro presidente del Consiglio, ricordati di noi, prima che sia troppo tardi!

Grazie.

 

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter