I carabinieri ritrovano e restituiscono a un imprenditore due escavatori rubati lo scorso febbraio


Due escavatori rubati il mese scorso sono stati ritrovati e restituiti ai legittimi proprietari dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Francavilla Fontana. Due persone sono inoltre state denunciate per riciclaggio.

Il primo mezzo, un cingolato Fiat Hitachi di colore rosso, è stato rinvenuto in contrada Carlo Di Noi Inferiore, agro della Città degli Imperiali. Il furto era stato denunciato presso la Stazione dell’Arma di Salve (Lecce) da un imprenditore edile della provincia di Lecce il 9 febbraio. L’escavatore presenta modifiche nei dati identificativi.

Il secondo mezzo è stato, nello stesso contesto, recuperato tra le campagne di San Pancrazio Salentino in un terreno adiacente la strada provinciale di collegamento tra questo centro e Mesagne. S tratta di un Fiat Kobelco completo di benna, anch’esso con i dati identificativi modificati (rimossa la targhetta del telaio e sostituita con un’altra). Il furto di questo secondo escavatore era stato denunciato sempre il 9 febbraio, sempre a Salve e dallo stesso proprietario del primo.

Il valore complessivo di entrambi gli escavatori si aggiro intorno ai 150mila euro.

I militari hanno denunciato a piede libero, per il reato di riciclaggio, un 30enne e un 43enne, tutti e due residenti in provincia di Brindisi.

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter