Minacce e percosse a concorrente per l’esclusiva sull’elemosina: denunciati


Hanno minacciato e picchiato un connazionale per il posto davanti a un supermercato. I carabinieri della Stazione di Latiano hanno denunciato a piede libero, per lesioni personali e tentata estorsione in concorso, due cittadini nigeriani, un uomo di 28 anni residente a Sinagra (Messina) e una donna di 27 anni residente a San Pietro Vernotico.

I fatti si sono verificati ieri proprio davanti a un market di Latiano, dove un cittadino nigeriano 31enne, che da quattro anni è solito stanziare in quel luogo dove aiuta i clienti a trasportare la spesa in auto in cambio di un’offerta economica, ha subito minacce e percosse. Questi, al suo arrivo, ha trovato già al suo posto i due connazionali e, senza proferire parola, ha fatto ciò che fa ogni giorno, cioè aiutare i clienti a portare la spesa e chiedere qualche spicciolo.

Quando un’anziana signora è uscita dall’esercizio, il 31enne le ha preso il carrello per accompagnarla ma la connazionale l’ha spintonato e gli ha strappato il carrello al fine di svolgere lei quel servizio. L’anziana, ignorato questo comportamento, si è recata ugualmente dal 31enne e gli ha donato una moneta. Gli altri due nigeriani non hanno assolutamente apprezzato e hanno dapprima insultato e minacciato il connazionale 31enne per invitarlo ad andarsene via, infine l’hanno colpito con calci e pugni al volto e al petto. La vittima è stata soccorsa e accompagnata all’interno del supermercato da alcuni clienti, che hanno poi chiamato i carabinieri. Questi ultimi sono giunti dov’è avvenuta l’aggressione, hanno identificato e denunciato gli aggressori.

 

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter