«Convocazioni dei consiglieri a mezzo pec per contenere i costi e ridurre i tempi»

Cosimo Patisso

Nella giornata di ieri, il presidente del Consiglio comunale di Oria, Cosimo Patisso ha scritto ai consiglieri di maggioranza e minoranza per invitarli a fornire per iscritto al segretario generale un indirizzo di posta certificata per ricevere in via ufficiale le prossime convocazioni sia dello stesso Consiglio che delle Conferenze dei capigruppo e delle Commissioni consiliari permanenti. Se qualcuno dei consiglieri non disponesse di casella pec, potrebbe sempre richiederne una gratuita al Comune. Patisso, dopo aver specificato come già alcuni tra i consiglieri fruiscano già della notifica a mezzo pec, ha ricordato come questa possibilità fosse stata deliberata all’unanimità nel 2012 (Amministrazione Pomarico) quando l’assemblea era presieduta da Amtonio Metrangolo e in Consiglio sedevano già Tommaso Carone, Giancarlo Marinò e Antonio Fullone.

«Ritengo utile evidenziare – ha scritto l’attuale presidente – come l’invio delle convocazioni a mezzo pec possa allo stesso tempo consentire un risparmio e agevolare le procedure. Ciò potrà servire ad evitare di continuare a richiedere la collaborazione dei vigili urbani, come noto sotto organico, e del messo comunale. Sarà un modo per ridurre le spese di stampa, i costi per lavoro straordinario, nonché per azzerare il consumo di carburante. Non mancano però i vantaggi – si legge nella comunicazione – anche per l’attività di consigliere, l’uso della pec consente infatti di fornire un’informazione capillare, efficace ed immediata in favore di ogni componente delle assise. Si avrà inoltre certezza sui tempi di informazione e notifica. Proposte di deliberazione, interrogazioni, interpellanze e ogni atto rilevante per l’esercizio delle prerogative concesse dalla legge a consiglieri comunali potrà essere fornito con estrema rapidità. Aderendo in maniera unanime, i consiglieri comunali – di maggioranza e minoranza – e il sindaco darebbero un segnale di apertura e modernizzazione certamente apprezzato da tutti i cittadini».

 

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter