Oggi “Santa Lucia e Santa Irene: due Donne moderne”, domani I Nomadi in concerto a Erchie

La modernità di Santa Lucia e Sant’Irene

Incontro ad Erchie con il Vescovo Pisanello, il Procuratore Capo De Donno, il prefetto Guidato e il Comandante dei Carabinieri De Magistris

“Santa Lucia e Santa Irene: due Donne moderne”: è il titolo della conferenza in programma venerdì 26 aprile, a partire dalle ore 19.15, al Palazzo Ducale di Erchie.

Dopo i saluti istituzionali del sindaco di Erchie (Brindisi), Giuseppe Margheriti, sono previsti gli interventi del Vescovo di Oria, monsignor Vincenzo Pisanello, del Comandante Provinciale dei Carabinieri di Brindisi, colonnello Giuseppe De Magistris, del Procuratore Capo della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Brindisi, Antonio De Donno e del prefetto di Brindisi Umberto Guidato.

Modererà l’incontro il giornalista Antonio Greco.

Sarà l’occasione per porre l’accento su un tema di stretta attualità come la violenza sulla donne condita talvolta da ignoranza, demagogia, pressappochismo e futili e inutili luoghi comuni. L’obiettivo di fondo è quello di mettere a confronto il martirio subito dalle due Sante, Lucia ed Irene, rispettivamente protettrice e patrona della città di Erchie, con una società – quella odierna – che continua a dimenticare il ruolo fondamentale e le esigenze della donna calpestandone la dignità e i diritti. L’iniziativa è stata promossa dall’Assessorato alle pari Opportunità guidato da Chiara Saracino.

Subito dopo la conferenza, in piazza Umberto I, è in programma uno spettacolo di cabaret sugli stereotipi di genere dal titolo “Donne contro Donne”  e un monologo semiserio “21’ Sull’anima e l’Animaccia”, a cura di Daniela Baldassarra. Ci sarà spazio anche per la danza con “Il Viaggio delle Donne”, un balletto eseguito dalla ballerina Annamaria Capodiferro , liberamente tratto dal testo di Pinkola Estes “La Danza delle Grandi Madri”.

La manifestazioni rientrano nell’ambito dell’evento “Erchie in Giubilo”, in corso di svolgimento nella città brindisina fino al prossimo 4 maggio.   

***

C’è grande attesa ad Erchie per il concerto dei Nomadi in programma sabato 27 aprile, a partire dalle ore 21, nell’area mercatale della città brindisina. Per festeggiare i 55 anni di attività i Nomadi hanno deciso di girare in lungo e in largo la nostra Penisola per far riascoltare vecchi e nuovi brani grazie al tour “Nomadi tutta la vita- tour 55”.

La storica band, fondata da Beppe Carletti Augusto Daolio, passerà in rassegna le più belle canzoni che sono entrate nella storia della musica italiana. A far parlare sono i numeri: 90 concerti all’anno in tutta la Penisola con una media annuale di un milione di spettatori: un pubblico eterogeneo composto anche da bambini, genitori e nonni, creando così quello che si può definire il “popolo nomade”. La band ha assunto anche la nomina di gruppo più longevo in Italia e prima di loro solo i Rolling Stone. Ad oggi il gruppo emiliano conta 52 lavori, fra dischi in studio, live e raccolte per un totale oltre 15.000.000 di copie vendute. Ma ci sono anche altri numeri importanti: 100 fans club dal Trentino alla Calabria che ogni giorno manifestano tutto il loro sostegno e oltre 150 cover band. Significativo anche l’impegno umanitario che ha visto i Nomadi promotori di varie iniziative di solidarietà e numerosi viaggi benefici.

Il titolo del nuovo progetto discografico della band – uscito a giugno 2018 con distribuzione Artist First – si chiama Nomadi 55. Per tutta la vita. Un doppio album che celebra i 55 anni di carriera della band più longeva d’Italia, contenente tutte le più belle canzoni dei Nomadi reinterpretate da Yuri Cillon.

Il concerto rientra nelle iniziative organizzate dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con l’Unità pastorale in occasione dell’evento “Erchie in Giubilo”.

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter