Cerca
Close this search box.

Campionati interregionali di kickboxing, Red Dragon Francavilla grande protagonista


Domenica 28 aprile, circa 200 agguerriti fighters si sono riversati presso il Palapansini di Giovinazzo (Bari) dove si sono svolti gli interregionali WKF (World kickboxing federation), valevoli per le qualificazioni al campionato italiano di kickboxing, organizzati dal maestro Meo Bovino in collaborazione con la segreteria nazionale facente capo a Rachele di Palma e al maestro Michele Sanzione.

Diviso in ben quattro aree di gara, il palazzetto dello sport sito il viale Aldo Moro è stato teatro di una intensa giornata di puro sport agonistico, dove i partecipanti si sono distinti nelle varie discipline marziali proposte:

nell’area tatami si sono dati battaglia, in un susseguirsi di molteplici incontri nelle varie categorie di peso e di età, gli atleti del contatto leggero, che hanno dato vita ad entusiasmanti match di semi contact, light contact , kick-light , k1-light;

il ring ha invece ospitato spettacolari incontri di contatto pieno nelle discipline della boxe freestyle, muay thay e k1 e di alcuni incontri di alta caratura nella kick-light;

infine, una gabbia e un tatami appositamente allestiti hanno dato luogo ad entusiasmanti match di mma (mixed martial art) e di bjj (brasilian jiujitsu no gi).

E, in questa stupenda kermesse marziale, gli atleti della scuola Red Dragon di Francavilla Fontana, guidati dal loro coach e amico Bramato Stefano, si sono distinti ancora una volta e hanno portato a casa degli ottimi risultati: Vincenzo Gelo ha conquistato il primo posto nel kick-light, grazie a due round stellari sul ring, e si è classificato primo nella sua categoria anche nel light contact; Luigi Leuzzi ha ottenuto un buon secondo posto nel light contact, malgrado fosse alla sua prima esperienza in questa disciplina, e si è qualificato primo nel semi contact (combattimento leggero controllato a punteggio) nella sua categoria.

Così il maestro Bramato a fine gara, parafrasando l’illustre professore e filosofo francavillese Giovanni Calò: «L’attività corporea è importante, in quanto attraverso l’esercizio fisico noi sviluppiamo lo spirito, formiamo l’uomo in quanto ha di specificamente umano, tenendo a mente che l’uomo è un’unità di spirito e corpo, sicché non possiamo formare lo spirito se non formiamo anche il corpo, e la kickboxing ci aiuta proprio in questo, a spronare i nostri giovani a dare il meglio di sé in sane attività fisiche per migliorare appunto come persone nella società odierna».

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com