Giovane batterista di Oria alla conquista del mondo col “Dario Pinelli Trio”: calendario fitto d’impegni

Marco Iunco

Talento e passione in giro per l’Italia, l’Europa e il resto del mondo. Quante soddisfazioni per il batterista oritano Marco Iunco, 30 anni, tra i più talentuosi che il territorio esprima.

Diplomatosi lo scorso ottobre con 110/110 e lode presso il Dipartimento di Nuove tecnologie e linguaggi musicali “Scuola di Jazz” del Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce in “Batteria e Percussioni Jazz”, Iunco svolge la sua attività di musicista-batterista e percussionista su tutto il territorio nazionale ed internazionale, suonando in orchestre e registrando in studio per alcune produzioni musicali. Ha collaborato come musicista accompagnando diversi artisti internazionali come: Franco Oppini, Eric Fischer, Carlo Nardozza, Claudio Sgura ed altri ancora.

Nel 2018, insieme ad Ivano Corvaglia (basso elettrico), inizia la sua collaborazione artistico-musicale con uno dei più importanti chitarristi Jazz di fama internazionale, Dario Pinelli, formando la band dal nome Dario Pinelli Trio.

Marco Iunco in questo nuovo progetto musicale, sotto la guida di Pinelli, il quale non solo come main artist ma anche come arrangiatore di tutto il loro repertorio, ha modo di esprimere al meglio le sue qualità artistiche, introducendo nelle sue performance e nel suo drumset anche electronic pad e Synth, al di là del classici suoni acustici.

Insieme ai suoi compagni Pinelli e Corvaglia, dà vita a ”Transatlantica” Uno spettacolo a 360° adatto a ogni tipo di pubblico con un fantastico repertorio pieno di groove, tecnica e virtuosismo, spaziando tra swing, electro swing, pop, funk and jazz. Dalla tradizione italiana alla musica internazionale, lo spettacolo è un naturale percorso attraverso musica e sound di diverse epoche, che molto spesso, i musicisti suonano con strumenti non convenzionali creando un forte impatto positivo sul pubblico, anche sul web, dove i video del trio ricevono milioni di visualizzazioni su YouTube.

In ”Transatlantica” il musicista oritano, attraverso il suo strumento, investe tutta la sua dote non tralasciando nulla, incastrandosi e legandosi perfettamente ai ricchi virtuosismi della chitarra di Dario Pinelli e alle note profonde e taglienti del basso di Ivano Corvaglia.

Quest’anno ha iniziato con essi la tournée “Transatlantica” con prima tappa Germania il 4 aprile sul palco principale della Concert Hall al Musikmesse di Francorte, la più grande fiera musicale d’Europa.

Nel mese di Maggio, promosso dalla delegazione Europea a Riyadh in collaborazione con le istituzioni e fondazioni locali e con le ambasciate d’Italia, Francia, Germania e Regno Unito, è stato impegnato col medesimo progetto in Medio Oriente, ha sostato in Kuwait, Arabia Saudita e Bahrain, ed è proprio in occasione del mese europeo che Marco Iunco ha rappresentato l’Europa nei Paesi del Golfo.

Lo spettacolo, perfettamente riuscito, è stato fortemente voluto dall’ambasciatore Michele Cervone d’Urso, a capo della delegazione europea in Arabia Saudita, Bahrain, Kuwait, Oman e Qatar. Il Trio ha raccolto consensi in ognuna delle tappe toccate, avendo coinvolto il numerosissimo pubblico che accompagnava i musicisti cantando insieme le loro canzoni e battendo le mani a ritmo di musica.

In uno dei concerti a Riyadh, il Dario Pinelli Trio ha suonato nella residenza europea con un’audience composta principalmente, oltre che dalla gentile consorte dello stesso ambasciatore, Emanuela Cervone d’Urso Lucarelli, da diplomatici di tutto il mondo e da personalità del posto che hanno molto apprezzato il sound dello swing moderno che il Trio di cui fa parte il musicista oritano ha voluto proporre.

Al concerto di chiusura dell’EU Gulf Tour a Manama in Bahrain, oltre all’ambasciatore EU Michele Cervone d’Urso, l’ambasciatore tedesco Kai Thamo Boeckmann, l’ambasciatore britannico Simon Martin, l’ambasciatore italiano Domenico Bellato, il primo consigliere dell’Ambasciata francese nel Regno del Bahrain Jean Philippe Fabregas, erano presenti anche Shaikha Hala bint Mohammed Al Khalifa, Director General of the Culture and Arts at the Bahrain Arts and Antiquities e lo Sceicco Abdullah bin Ahmed Al Khalifa, undersecretary of International affairs, che si sono lasciati coinvolgere dalla musica battendo le mani a ritmo e cantando insieme al resto del pubblico.

Il musicista oritano insieme ai suoi compagni del Dario Pinelli Trio, conosciuto in tutto il mondo tra i massimi rappresentanti dello swing europeo (o manouche), ha ancora un calendario internazionale fittissimo: partito dalla Germania, proseguendo con i concerti nel Medio Oriente; si esibirà, quindi, in Francia e in Svizzera nel mese di Luglio. Poi i musicisti rientreranno in Italia per una serie di concerti lungo la Penisola.

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter