Caso Martina, Francavilla popolare e Insieme: «Incompatibilità evidente, almeno gli cambino le deleghe»

Il consigliere Luigi Galiano

Si riceve e pubblica:

Mi permetto di intervenire sulla questione di cui si sta discutendo da qualche giorno circa la incompatibilità dell’Assessore Antonio Martina di IDEA.

Non v’è alcun dubbio circa la evidente incompatibilità dell’Ing. Martina, atteso che ce lo dice chiaramente il T.U.E.L., l’ANAC e la S.C. secondo cui «v’è un obbligo di astensione dall’esercizio di attività professionali in materia di edilizia privata e pubblica nell’ambito del territorio amministrato, essendo tali attività ritenute incompatibili con la carica pubblica ricoperta».

Ovviamente, nulla quaestio sulla correttezza dell’Ing. Martina e, soprattutto, di quella dei Dirigenti dell’Ufficio Tecnico i quali, certamente, se hanno rilasciato “autorizzazioni e/o permessi” a firma dello stesso Martina, vorrà dire che andavano rilasciati per legge.

Ciononostante, ancora non è a mia conoscenza intanto se questa circostanza sia vera (è stato rilasciato qualcosa a firma del Martina?) e, in caso positivo (spero di no!), quanti siano questi “permessi e/o autorizzazioni”.

Non me ne voglia nessuno, ma se non vuole essere definita incompatibilità (ma così è!), ricorrono evidenti ragioni di opportunità acché l’Ing. Martina si astenesse dallo svolgere la propria professione per fugare qualsiasi dubbio (io non ce l’ho) circa la trasparenza del suo operato.

Ho letto il comunicato del suo movimento politico, IDEA, in cui invece di chiedere scusa, addirittura si attacca l’opposizione che in modo così garbato ha sollevato questa delicatissima questione.

Ed ancora, IDEA non può trincerarsi dietro la delega assessorile ai Lavori Pubblici dell’Ing. Martina, poiché lo stesso ricopre anche la delega “all’Ambiente” e il dirigente del settore è lo stesso del settore Urbanistica.

Insomma, da qualsiasi angolazione si voglia guardare il tutto, trasuda un’evidentissima incompatibilità e, soprattutto, un’imbarazzante inopportunità.

E il Sindaco cosa dice? Nulla!

Ve lo dico io allora: se non si vuole rimuovere l’Assessore Martina (anche se così andrebbe fatto per legge!), almeno gli si cambi la delega e si faccia chiarezza su questa vicenda che, non si dispiaccia l’intera Amministrazione, inizia ad avere più ombre che luci.

Capogruppo Francavilla Popolare – Insieme

Avv. Luigi Galiano

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter