Caporalato, controlli dei carabinieri: denunce e sanzioni amministrative


I carabinieri dipendenti dal Comando provinciale di Brindisi e, in particolare, delle Compagnie territoriali (Brindisi, Fasano, Francavilla Fontana, San Vito dei Normanni) hanno eseguito, nei giorni scorsi, tutta una serie di controlli per prevenire e contrastare l’intermediazione illecita e lo sfruttamento del lavoro dei braccianti tra le campagne. Sono state visitate 27 aziende agricole; quattro gli imprenditori denunciati; 78 braccianti sono risultati regolarmente assunti; due dei 41 mezzi di trasporto controllati non erano coperti da assicurazione; 35 i verbali di contravvenzione per irregolarità nei sistemi di sicurezza dei veicoli (pneumatici usurati, freni inefficienti, mancata revisione periodica); sanzioni amministrative a carico degli imprenditori per un totale di 10.751 euro a seguito dell’accertamento di violazioni in materia di salute, sicurezza, formazione e informazione nei luoghi di lavoro.I controlli “ad alto impatto” sono stati concentrati principalmente negli orari di punta, e cioè quelli di entrata e di uscita dalle aziende agricole.

Uno degli obiettivi perseguiti è stato quello della sicurezza stradale e degli automezzi utilizzati negli spostamenti, in quanto fattore importante per l’incolumità dei braccianti che vengono condotti nelle campagne o riportati a casa. Infatti, i controlli hanno riguardato il numero delle persone trasportate su ciascun mezzo, l’efficienza e la manutenzione dei veicoli, compresa la verifica della loro periodica revisione e ancora, nello specifico, l’usura degli pneumatici, il funzionamento delle luci e del sistema frenante, la copertura assicurativa.

Sulla scorta dei dati acquisiti sul campo, nei confronti sia delle aziende controllate che dei braccianti, saranno effettuati presso gli uffici competenti ulteriori approfondimenti in ordine alla regolarità delle posizioni contributive/previdenziali.

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter