Basta morti, caporalato, sfruttamento: oggi a Oria il segretario nazionale Cgil e numerose autorità


“Basta morti, basta caporalato, basta sfruttamento: un lavoro per vivere”: questo il titolo di un’importante iniziativa che, nella prima serata di oggi (ore 17,30), si terrà in prossimità del Monumento alle Vittime del Caporalato (via Latiano, angolo viale Regina Margherita) a Oria, dove saranno presenti e protagonisti il segretario generale Cgil Maurizio Landini, i vertici sindacali territoriali e alcune tra le più importanti figure istituzionali locali  – invitati dalla sindaca oritana Maria Lucia Carone tutti i sindaci della provincia – e regionali civili, militari e religiose. Ci saranno, soprattutto, i familiari delle braccianti commemorate dal Monumento, realizzato a metà anni ’90 dal maestro Carmelo Conte su commissione del Comune. L’evento sarà coordinato dal giornalista Antonio Portolano.

Per l’occasione, stamane, il Monumento è stato rimesso a nuovo grazie all’impegno degli operai comunali, di Giuseppe Desimone (che da anni cura in forma volontaria l’ulivo nell’aiuola con una sua specifica tecnica bonsai) e di Walter Carrozzo che ha donato e collocato intorno alle statue bronzee i suoi fiori.

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter