Convalida dell’arresto e obbligo di firma dopo il rocambolesco inseguimento coi carabinieri


Dovrà presentarsi presso la caserma dei carabinieri tre volte al giorno: alle 8,30, alle 15 e alle 19. Il giudice della Sezione penale dibattimentale del tribunale di Brindisi ha convalidato l’arresto del 26enne latianese S.E. e ne ha disposto il ritorno in libertà ma con obbligo di presentazione e firma. Il giovane, insomma, dovrà essere tenuto sotto stretta osservazione dopo i fatti dell’altro ieri pomeriggio, quando – per coprire la fuga di un presunto complice alla guida di un’Alfa Romeo Giulietta – con la su Opel Astra non ha esitato a ingaggiare un inseguimento coi militari dell’Arma della Stazione di Latiano e a speronarne la Fiat Punto di servizio pur di non consentire loro di raggiungere il fuggitivo. Bloccato e controllato, il 26enne è risultato anche sprovvisto di patente, mai conseguita. È indagato per resistenza a pubblico ufficiale.

 

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter