Bracciante agricolo camuffa trattore rubato: scoperto e arrestato per riciclaggio

Il trucco era semplice ma potenzialmente anche efficace. E, infatti, fino a un certo punto ha funzionato: per usare tranquillamente un trattore agricolo rubato, aveva pensato bene di montarci la targa di un altro suo trattore, stessi marca, modello e colore, momentaneamente in riparazione. I carabinieri della Stazione di Erchie hanno però scoperto tutto e hanno arrestato un bracciante agricolo 54enne ercolano per riciclaggio.

Nel corso di uno specifico servizio di prevenzione e repressione comprensivo del monitoraggio delle contrade, i militari hanno fermato un trattore marca John Deere (valore, circa 50mila euro) di colore verde che hanno sottoposto a controllo, dopo l’identificazione del conducente. Dai primi accertamenti in relazione ai dati identificativi del mezzo, è emerso che l’abbinamento targa-telaio non coincideva, anche se la targa è risultata appartenere ad un trattore della stessa marca e dello stesso modello.

Chieste spiegazioni al conducente, dapprima ha riferito che quel trattore gli era stato prestato, poi che era suo ma doveva ancora completare l’aggiornamento dei dati sulla carta di circolazione (che non aveva).

Considerate le numerose incongruenze nel racconto, le ulteriori verifiche sul numero di telaio della macchina agricola hanno consentito di stabilire come essa fosse stata rubata a Surbo (Lecce) il 15 maggio 2019. Invece la targa apposta sul trattore apparteneva ad altra macchina agricola, degli stessi modello marca e colore,di proprietà del conducente, mezzo attualmente in riparazione presso un’officina della zona. Pertanto, il 53enne, consapevole della provenienza illecita del trattore a lui in uso, al fine di renderne difficile l’identificazione in caso di eventuali controlli, ne ha sostituito la targa con quella del suo trattore, rendendosi così responsabile del reato di riciclaggio previsto dall’articolo 648 bis del codice penale.

Il bracciante, in considerazione dei precedenti che annovera, anche in materia di reati contro il patrimonio, è stato dichiarato in stato di arresto. Il trattore oggetto di furto è stato invece restituito al legittimo proprietario.

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter