Percuote e minaccia di morte ripetutamente sua madre: ricovero e libertà vigilata per una 41enne

Libertà vigilata e ricovero in struttura residenziale riabilitativa psichiatrica per una 41enne di Mesagne, nei cui confronti i carabinieri della Stazione mesagnese hanno eseguito un provvedimento emesso dal tribunale di Brindisi. La donna, indagata per maltrattamenti in famiglia, ha ripetutamente usato violenza, minacciato e vessato sua madre convivente: con pugni, schiaffi, calci e persino lancio di oggetti l’ha costretta ad assecondare tutte le sue richieste

Nei primi giorni del mese di giugno l’ha percossa sul capo e sulle braccia, oltre ad averla minacciata di morte.
In più occasioni, pretendendo di essere servita dalla madre, ha distrutto le suppellettili di casa e impedito alla genitrice di ricevere visite a casa, di uscire e parlare con la gente.

Da quanto emerso a seguito di tutta una serie di ricognizioni da parte degli investigatori e a causa delle patologie da cui è affetta, è emersa la pericolosità sociale della donna, che dovrà seguire un percorso terapeutico appropriato. Di qui, per lei, l’allontanamento dall’abitazione di famiglia, a tutela dell’incolumità della madre, e la sottoposizione alla libertà vigilata.

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter